00 11/21/2016 11:02 PM
Tamiya 1/72
Ed ecco il primo dei buoni propositi per l'inverno, ne seguiranno almeno un paio a seguire(e giuro che uno dei due è un carro! [SM=g27828] )


[IMG]http://[/IMG]




Sì è vero, è un altro aereo però in realtà è pure un po' un tank...insomma in pratica è una figura mitologica. [SM=g1758109]




Parliamo dell'Ilyushin IL-2 Sturmovik, velivolo da attacco al suolo della VVS che divenne, soprattutto negli ultimi anni del secondo conflitto mondiale, l'incubo delle colonne tedesche in ritirata dall'Ostfront.




Pesantemente armato con una coppia di cannoni da 23mm VYa-23 con un impressionante volume di fuoco di 600 colpi al minuto unito ad un'alta velocità di penetrazione, due ShKAS da 7,62 nel muso ed una efficace Berezin da 12,7 per il rear gunner ( che fece diverse vittime tra i caccia tedeschi), poteva portare un carico bellico micidiale, da i razzi alle bombe PTAB a carica cava da 2,5kg , e parliamo di 192 confetti per velivolo! [SM=g10321]




Quest'ultime erano assolutamente letali, sganciate a tappeto sulle colonne di carri potevano penetrare fino a 70 cm di corazza, sufficiente per bucare la parte superiore delle torrette ( di solito la parte meno spessa) della maggior parte dei panzer tedeschi.





La tecnica di assalto poi era particolare: gruppi fino a 30 Sturmovik's volteggiavano in circolo sulle colonne tedesche come stormi di avvoltoi, per lanciarsi ad uno ad uno consecutivamente contro gli obiettivi scaricandogli l'inferno addosso... [SM=g27837] il tutto in relativa tranquillità ( parliamo degli ultimi anni di guerra ) visto che i caccia avversari avevano in primis il compito di evitare i nugoli di Yak's e Lavochkins di scorta...



E i risultati erano questi ( immagine inserita per scopo discussione):


[IMG]http://[/IMG]


Oltretutto a causa dell'ottima corazzatura dei punti vulnerabili, era veramente difficile da tirare giù sia per i Bf 109 e i Fw 190 che per la flak, tanto che i crucchi gli avevano affibiato il nomignolo di "Fliegender Panzer", il Carro Armato Volante.




L'importanza di avere ampia disponibilità di questo aereo per la VVS sta nelle parole di Stalin stesso, che contrariato ( eufemismo...) dal rallentamento della produzione del velivolo in una delle fabbriche ( Zavod ) rispetto alle stime, minacciò di prendere seri provvedimenti ( e baffone non scherzava mica, eh? [SM=g27829] ) se non si fosse provveduto in quanto considerava lo Sturmovik necessario all'Unione Sovietica " come lo è l'aria ed il pane".




La versione proposta dalla scatola Tamiya è l'ultima, comunemente designata IL-2 M3: la caratteristica più evidente è la conformazione della sagoma delle ali leggermente "a freccia"rispetto a quella dritta dei modelli precedenti.


Il modello è come consuetudine della casa giapponese, un ottimo rescaling del modello più grande in 1/48.



Il motivo di questa modifica fu ristabilire il giusto bilanciamento dell'aereo spostando il baricentro aerodinamico dopo l'introduzione dell'alloggiamento con relativa corazzatura del mitragliere di coda ( avvenuto peraltro già con i modelli precedenti a partire dalla fine del '42 )




L'aereo che vorrei rappresentare appartiene al 566° ShAP (più o meno Reggimento d'Assalto Aereo) impiegato nella difesa di Leningrado nell'estate del '44, ed è una delle tre versioni offerte da scatola.

[IMG]http://[/IMG]


Maggiori info corredate da uno splendido profilo a tre viste le trovate su questo sito ( fantastico davvero)

Ancora vivi dopo sta pappardella storica ? [SM=g8894] [SM=g1758109]



Ok, seguiranno altre nenie...ed avanzamento lavori si spera! [SM=g27811]




[Edited by blitzkrieg_bop 11/21/2016 11:04 PM]



Ei fu siccome immobile, piovigginando sale, e sotto il melograno urla e biancheggia il mar


http://www.blitzonplastic.blogspot.it/