ZIMMERIT FORUM Forum di modellismo militare

aereografi poco collaborativi

  • Posts
  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 8/27/2013 6:09 PM
    dunque... io posseggo tre aereografi, come da foto:

    il primo, è di marca a me ignota, ha duse ed ago da 0,3 (quindi adatto ai Life-Color, ai quali vorrei passare definitivamente), ma ha i suoi anni e non so quanto durerà: lo uso anche per il trasparente opaco a smalto ed è il cavallo da tiro della casa.

    il secondo è un accrocchio cinese, pagato 25euro, con ago e due da 0,2 - 0,25. lo trovo piuttosto scomodo per via del serbatoio aperto e piccolo ed ha un getto estremamente forte.

    il terzo, che in teoria dovrebbe essere il migliore, è un Fengda DB-181, con ago e duse da 0,2 - 0,25 (anche qua non ricordo), quindi poco adatto ai Life-Color (dovrei cambiargli i pezzi, ma non so dove ordinarli). è un pò pesante e, cosa assurda, ha il getto orientato verso il basso e, anche per questo, l'ho usato mezza volta.

    esisterebbe anche un quarto aereografo, ma non ha mai funzionato: ha un miniserbatoio che si avvita di fianco e lo cannibalizzo di tanto in tanto.

    il compressore è un Amati art.2233... non va oltre i 2.5bar e non so se disponga di trappola per l'umido. anche lui ha i suoi annetti.

    ora, esplicata la situazione, vorrei che mi aiutaste a risolvere il seguente problema:
    cercando di non acquistare altro materiale, vorrei sapere con quale areopenna dovrei lavorare per ottenere mimetiche decenti, soprattutto in 1/72 ed a mano libera. ho fatto molte prove nel tempo, ma non sono mai stato soddisfatto, nonostante usi sempre i diluenti appositi e mai l'acqua, che a Napoli è troppo minerale. soprattutto, non capisco se, per ottenere un getto piccolo e preciso, devo lavorare di apertura dell'ago o con la pressione del compressore, fermo restando che i Life-Color sono una croce, con colore che si intasa, sputacchia, non si diluisce bene etc.

  • OFFLINE
    beppepanzer
    Post: 639
    Registered in: 5/7/2011
    Location: FOGGIA
    Age: 51
    00 8/27/2013 9:20 PM
    Ciao.
    Posso aiutarti in parte ...
    Il primo aerografo sembra di quelli che si comprano nei brico...tipo Valex per capirci.
    Di quel tipo di aerografo ne ho...mangiati due, mentre il terzo è ancora funzionante, ma non più utilizzato.
    Funzionano che è una bellezza, e ci fai uscire anche il fango.
    Gli altri due non li conosco.
    Mi sembra di capire...che hai il parco attrezzi abbastanza vecchiotto e fuori uso...
    Scrivi che sono anni che li usi...quindi avrai accumulato esperienza, che con l'uso dell'aerografo è fondamentale.
    Allora dai...prendi la palla al balzo e comprane dei nuovi.
    Ne puoi trovare di ottimi ed economici anche in rete...

    Con i Lifecolor non saprei...
    Vediamo come puoi fare queste benedette linee sottili...
    Secondo me ti uscirebbero bene con il primo.
    Vernice: 70%diluente della casa e 30% colore.
    Pressione: 0,6.07bar...se riesce a tirarlo su...
    Vedo che hai il bicchierino a pescaggio inferiore.
    Tieni presente che questi colori, sono a base vinilica...quindi più aria metti e più si asciugano.
    Tira via il copriduse, ed avvicinati al modello tipo...due cm.

    Se non riecsi a tirarlo su...prova con gli altri due alla stessa maniera.

    Purtroppo non posso aiutarti di più...



  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 8/27/2013 9:43 PM
    diciamo che vorrei far funzionare bene il Fengda, perchè è quello più prestigioso e nuovo.

    poi si, li uso da anni, ma per fare un kit ci metto una vita, quindi l'esperienza non è così tanta come possa sembrare [SM=g27828]
    [Edited by vorthex85 8/27/2013 9:44 PM]
  • OFFLINE
    mc65
    Post: 8,915
    Registered in: 2/15/2009
    Location: GOLFO ARANCI
    Age: 59
    00 8/28/2013 12:22 AM
    eh...
    mi sembra di vedere il mio parco mezzi PRIMA di fare il salto.... [SM=g2915781] [SM=g2915781] [SM=g2915781]

    mi secca doverlo ammettere, ma investire dei soldi in un buon aerografo è la cosa migliore che abbia fatto negli ultimi anni (a parte divorziare, certo [SM=g27828] ).
    a conti fatti quanto spendiamo per modelli che poi restano a prendere polvere sullo scaffale? in proporzione, molto di più che per un signor iwata!

    dai un'occhiata qui... io sto pensando di prenderne un altro, tanto mi trovo bene!
    www.spraypal.com/shopdisplayproducts.asp?id=273&cat=SECOND+HAND+...

    detto questo, io coi lifecolor mi trovo benissimo col loro diluente... e procedo col seguente scientificissimo metodo di diluizione: un par di gocce di diluente, alcune di colore, altre di diluente, finché non mi sembra vada bene! [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828]

    indicativamente, inclinando il recipiente di lato, il colore deve avere la densità del latte: scivola via lasciando un velo abbastanza trasparente. [SM=g27822]

    per dipingere in 1/72 a mano libera forse la meglio è regolare l'ago al minimo e lavorare a bassa pressione... ma qui si tratta solo di provare e riprovare fino a trovare il giusto mood, ognuno c'ha il suo!

    ciao ciao, p. [SM=g27811]
  • OFFLINE
    =pieruzzo=
    Post: 2,636
    Registered in: 3/20/2006
    Location: ROMA
    Age: 61
    00 8/28/2013 8:55 AM
    Secondo la mia opinione per ottenere un buon risultato ci vuole la "mano" ed una attrezzatura adeguata (aerografo-compressore). Un aerografo Iwata semplifica alquanto la vita, ma sono riuscito ad ottenere risultati più che discreti anche con aerografi Badger e Paasche (accoppiati ad un compressore silenzioso con serbatoio, regolatore di pressione e trappola per la condensa).

    Peraltro devo ammettere che ci sono dei maghi del modellismo che ottengono risultati eccellenti con aerografi più economici.
    Io posseggo un Fengda DB-180 ma non sono riuscito a farlo funzionare decentemente, per cui l'ho abbandonato senza rimpianti.

    Devo ammettere che non sono mai riuscito ad ottenere il meglio dai colori Lifecolor. Per diluirli ho provato di tutto dall'acqua distillita, al diluente specifico al vetril, ma non sono mai stato completamente soddisfatto del risultato.
    PS
    Se un aerografo è ben curato dura una vita.
    Giampiero


    www.modelclubroma.it

    Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza (Dante Alighieri)
  • OFFLINE
    fabrizio19691969
    Post: 3,465
    Registered in: 4/4/2013
    Location: MONTEBELLO VICENTINO
    Age: 54
    00 8/28/2013 9:37 AM
    il primo e' una copia del badger 150,l'originale e' ottimo,il secondo lo vendevano da Castorama e' ha il difetto enorme della velocita' di uscita del colore,si usa per decorare le torte,il terzo e' una pessima copia feng da della iwata serie micron.
    se vuoi un consiglio mettili da parte e prendi un badger originale o un paasche serie v,su bear air li trovi spedizione compresa sui 70 euro,e ti levi i pensieri,e soprattutto ti durano una vita e trovi tutti i ricambi
  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 8/28/2013 4:26 PM
    vi ringrazio per le risposte!

    quindi, se ho capito bene...

    1.per moderare la velocità del flusso, devo lavorare con la pressione, giusto?

    2. il clone dell'Iwata non è che difettoso, ma fa schifo di suo, quindi è anche inutile che mi arrovello per trovare i pezzi di ricambio.
  • OFFLINE
    Zanna63
    Post: 5,230
    Registered in: 4/9/2008
    Location: SASSUOLO
    Age: 61
    00 8/28/2013 4:44 PM
    Quello che ti è stato detto è tutto giusto, io dal mio canto, se il tuo problema è la pulizia dell'attrezzo, ti consiglio l'AZTEK, ci fai praticamente tutto, senza quasi nessuna manutenzione, e la pulizia praticamente è inesistente, in pratica non devi smontare nulla, quindi hai meno possibilità di danneggiare aghi o quant'altro. [SM=g27811]
    Ciao,
    Graziano. [SM=g27823]


    "La vita è una maestra dura....ma impari....Dio se impari!"






  • OFFLINE
    beppepanzer
    Post: 639
    Registered in: 5/7/2011
    Location: FOGGIA
    Age: 51
    00 8/28/2013 8:36 PM
    Re:
    vorthex85, 28/08/2013 16:26:

    vi ringrazio per le risposte!

    quindi, se ho capito bene...

    1.per moderare la velocità del flusso, devo lavorare con la pressione, giusto?

    2. il clone dell'Iwata non è che difettoso, ma fa schifo di suo, quindi è anche inutile che mi arrovello per trovare i pezzi di ricambio.



    Saluti.
    Proprio così...
    Se vuoi fare linee sottili e vuoi che spruzzi con delicatezza, devi giocare su pressioni inferiori.
    Però tieni presente che se cali di pressione devi aumentare la quantità di diluente nel colore,
    Le due scale, cioè pressione e diluizione, sono una dipendente dall'altra.

    Non ti basteranno mille consigli e pareri.
    L'unico modo per imparare è provare, sperimentare...
    Quindi...
    Prendi un attrezzo che soddisfa le tue esigenze e inizia subito.
    Non farti problemi su come pulirlo...
    Usarlo...
    In rete ci sono decine di tutorial su come usarlo...

    PS.
    Perchè non inizi a fare esperienza con i Tamya o i Gunze...
    Sono molto più semplici da gestire.
    Con i Lifecolor, secondo me, parti in maniera troppo difficile.







    [Edited by beppepanzer 8/28/2013 8:40 PM]
  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 8/29/2013 4:05 AM
    ad aereografo ho già fatto 8 realizzazioni, tra navi, elicotteri e carri, usando Tamiya, Life-Color e, in minima parte, i Vallejo.

    tuttavia, essendo tutte realizzazioni monocromatiche (così ha voluto il caso), avevo dei dubbi sulle mimetiche e cercavo qualche linea guida in più.
  • OFFLINE
    fabrizio19691969
    Post: 3,465
    Registered in: 4/4/2013
    Location: MONTEBELLO VICENTINO
    Age: 54
    00 8/29/2013 10:05 AM
    graziano ha ragione,anche l'aztec e' ottimo,ha fino a 6 ugelli intercambiabili specifici per smalti o acrilici,ha anche la regolazione del flusso tramite vite.
    il difettino e' che e' in acetato e per chi e' abituato al metallo puo' sembrare,ma solo sembrare un po giocattoloso.
    se vuoi il top,la marca e' italiana ,poco conosciuto,si chiama acm tutto in metallo pressofuso!
    www.acmaeropenne.it/prodotti/aeropenne.htm
  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 9/4/2013 7:35 PM
    seguendo i vostri consigli, sto riuscendo a fare linee decententemente piccoli e controllabili per un modello 1/72(con il primo aereografo).

    tuttavia, noto che dopo una 20ina di minuti di uso, la bestiaccia inizia a sputacchiare. come posso ovviare a questo problema?
  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 9/5/2013 4:35 AM
    EDIT

    per la precisione, quando il colore esce, forma delle ragnatele, come se fosse pieno di acqua.

    onestamente non capisco, un momento prima andava tutto bene, il momento bene no.
    la cosa poi, non si è risolta da se: il colore ha continuato ad essere acquoso ed ha fare ragnatele o "laghetti", nonostante abbia variato pressioni, rapporto di diluizioni ed abbia pulito l'aereografo.

    [Edited by vorthex85 9/5/2013 4:36 AM]
  • OFFLINE
    Zanna63
    Post: 5,230
    Registered in: 4/9/2008
    Location: SASSUOLO
    Age: 61
    00 9/5/2013 8:26 AM
    E' condensa che si forma all'interno del compressore, dopo un lungo periodo d'uso a causa del riscaldamento dello stesso, puoi ovviare al problema collegando all'uscita dell'aria del compressore, un raccogli condensa, dovresti trovarlo nei negozi di modellismo, in questo modo la condensa si ferma in questo bicchierino, e non raggiunge l'aerografo, e di conseguenza il modello. [SM=g27811]
    Questo se ho capito bene il tuo problema. [SM=g27811]
    Ciao,
    Graziano. [SM=g27823]


    "La vita è una maestra dura....ma impari....Dio se impari!"






  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 9/5/2013 3:31 PM
    ti ringrazio Zanna!
    spero sia come dici tu, anche perchè è un problema che capita random, quindi è verosimile. nel frattempo che recupero la trappola per la condensa, come posso fare quando vedo che il colore inizia ad uscire acquoso, mi devo fermare o c'è qualche palliativo (non lo so, mettere un ventilatore che batte sul compressore)?
    [Edited by vorthex85 9/5/2013 3:41 PM]
  • OFFLINE
    fabrizio19691969
    Post: 3,465
    Registered in: 4/4/2013
    Location: MONTEBELLO VICENTINO
    Age: 54
    00 9/5/2013 4:46 PM
    Re:
    vorthex85, 05/09/2013 15:31:

    ti ringrazio Zanna!
    spero sia come dici tu, anche perchè è un problema che capita random, quindi è verosimile. nel frattempo che recupero la trappola per la condensa, come posso fare quando vedo che il colore inizia ad uscire acquoso, mi devo fermare o c'è qualche palliativo (non lo so, mettere un ventilatore che batte sul compressore)?




    stacchi l'aerografo dal tubo,tappi il tubo col dito e fai aumentare la pressione,stacchi il dito e la condensa viene sputacchiata fuori,lo ripeti per un po di volte........
  • OFFLINE
    Zanna63
    Post: 5,230
    Registered in: 4/9/2008
    Location: SASSUOLO
    Age: 61
    00 9/5/2013 4:57 PM
    Re: Re:
    fabrizio19691969, 05/09/2013 16:46:




    stacchi l'aerografo dal tubo,tappi il tubo col dito e fai aumentare la pressione,stacchi il dito e la condensa viene sputacchiata fuori,lo ripeti per un po di volte........




    Straquoto Fabrizio, come rimedio momentaneo, è l'unico che puoi adottare. [SM=g27811] [SM=g27811]
    Ciao,
    Graziano. [SM=g27823]


    "La vita è una maestra dura....ma impari....Dio se impari!"






  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 9/5/2013 5:55 PM
    fatto... è uscito un fiume [SM=g2915781]
    [Edited by vorthex85 9/5/2013 5:55 PM]
  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 9/10/2013 8:20 PM
    65euri tra separatore di condensa della Mann, adattatori e cavi di raccordo della Olympus (mi hanno fregato sul prezzo?), nonchè una buona dose di teflon e nastro isolante per ermetizzare il tutto, in quanto sono pezzi adattati al compressore Amati.

    speriamo che ora funga.
    [Edited by vorthex85 9/10/2013 9:06 PM]
  • OFFLINE
    vorthex85
    Post: 1,739
    Registered in: 7/27/2013
    Location: NAPOLI
    Age: 38
    00 9/11/2013 2:24 AM
    il separatore sembra funzionare ma, ogni tanto, continua a cacciare colore acquoso.

    a questo punto, penso siano rimaste tre opzioni:

    1. stasera pioveva e l'aria era talmente umida che il filtro non bastava, nonostante il serbatoio non si sia riempito, ho trovato acqua nei tubi.

    2. io non uso il primer, forse è quello.

    3. problemi di diluzione: il colore aveva difficoltà ad uscire a pressione sotto 1 bar e, quindi, schizzava.

    4. dovresti comprare un aereografo decente.

    voi che dite?
    [Edited by vorthex85 9/11/2013 2:43 AM]
1