New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author

la verità sui cingoli

Last Update: 2/1/2012 6:48 PM
1/31/2012 3:19 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4
Registered in: 1/29/2012
Location: CASTEL DEL RIO
Age: 41
ciao sono ale sono nuovo di questo forum,ho inziato da poco a fare modelli in modo continuo, prima ero molto discontinuo, ho aperto una discussione in quando, sono convinto che alcuni invecchiamenti a livello modellistico siano completamente fuori luogo, o almeno finche uno non mi dimostra il contrario =)

ho esaminato a fondo un trattore a cingoli che possiedo fabbricazione anno 1955-1960 fiat
per cui considerato che la tecnologia fiat produceva i carri posso concludere che il cingolato in questione ne è il diretto discendente

CONTRO IL RESTO DEI MODELLISTI

1): cingoli

i cingoli a mio parere NON devono presentare alcuna traccia di ruggine ,mai se sono d'acciaio, un carro militare viene mosso tutti i giorni mentre un trattore no, eppure nn presenta una punta di ruggine sui cingoli, un carro con cingoli arruginiti, è un carro fermo e quindi rotto.

i cingoli sono sempre sempre perrenemente infangati fino alla punta, d'inverno fresco d'estate duro, a meno che non si e' girati un po sull'asfalto o sulla terra dura, o su un prato, perchè diventano pulitissimi con poche zolle di erba

il colore è quasi tutto acciaio brunito, tranne dove batte, sempre colore metallo vivo

2):il treno di rotolamento e i supporti delle ruote di rotolamento

non presentano mai macchie di olio , mai se ci sono è spaccata la frizione e allora è rotto. cosi sicuramente nei carri
possono presentare traccie di grasso localizzate nei bulloni forati che sostengono la ruota, perchè si ingrassano spesso

A FAVORE DEL RESTO DEI MODELLISTI

3) i fanali e tutti gli sportelli minori, saltano via subito, colpa delle vibrazioni, un pannello d'acciaio vicino al cingolo è chiaro che si piega in 4 secondi al primo fango grosso, anche se e' uscito di fabbrica da 2 giorni

4) sopra si rovina subito la vernice soprattuto dove la si tocca spesso con le mani, ma le mani contengono grasso, quindi anche li e' difficile vedere ruggine,ma non impossibile, poi c'e da considerare che quando giri con una roba del genere te ne sbatti di tutto, soprattutto, dei rami, e fai presto a graffiare tutto, quando passi in mezzo ad un cespuglio, anche se il carro e' nuovissimo

naturalmente non volevo fare l'oracolo di turno, visto che parliamo di modellismo... e io solo so quanta strada ho da fare, ho aperto la discussione perchè mi pareva interessante sentire anche qualche campana, e magari per quanto riguarda i cingoli sbaglio in pieno!, cosi nel prossimo modello provvedo a essere migliore!! ciao a tutti!
1/31/2012 3:04 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,636
Registered in: 3/20/2006
Location: ROMA
Age: 61
Punto di vista interessante [SM=g27811] .
E' peraltro vero che nel modellismo, spesso, si va a mode.
Per quanto mi riguarda ho fatto le medesime considerazioni sui cingoli ed ho qualche difficoltà ad arrugginire anche i cingoli di scorta, considerando che la vita operativa media di un carro durante la II GM non poteva essere così lunga da permettere alla ruggine di prosperare in modo tanto evidente su un mezzo attivo. E trovo che anche le marmitte arruginite che tanto vanno di moda oggi, non mi convincono, ruggine si ma con moderazione.
Giampiero


www.modelclubroma.it

Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza (Dante Alighieri)
1/31/2012 4:20 PM
 
Email
 
Quote
Re:
Alerighini, 31/01/2012 03.19:

ciao sono ale sono nuovo di questo forum,ho inziato da poco a fare modelli in modo continuo, prima ero molto discontinuo, ho aperto una discussione in quando, sono convinto che alcuni invecchiamenti a livello modellistico siano completamente fuori luogo, o almeno finche uno non mi dimostra il contrario =)

ho esaminato a fondo un trattore a cingoli che possiedo fabbricazione anno 1955-1960 fiat
per cui considerato che la tecnologia fiat produceva i carri posso concludere che il cingolato in questione ne è il diretto discendente

CONTRO IL RESTO DEI MODELLISTI

1): cingoli

i cingoli a mio parere NON devono presentare alcuna traccia di ruggine ,mai se sono d'acciaio, un carro militare viene mosso tutti i giorni mentre un trattore no, eppure nn presenta una punta di ruggine sui cingoli, un carro con cingoli arruginiti, è un carro fermo e quindi rotto.

i cingoli sono sempre sempre perrenemente infangati fino alla punta, d'inverno fresco d'estate duro, a meno che non si e' girati un po sull'asfalto o sulla terra dura, o su un prato, perchè diventano pulitissimi con poche zolle di erba

il colore è quasi tutto acciaio brunito, tranne dove batte, sempre colore metallo vivo

2):il treno di rotolamento e i supporti delle ruote di rotolamento

non presentano mai macchie di olio , mai se ci sono è spaccata la frizione e allora è rotto. cosi sicuramente nei carri
possono presentare traccie di grasso localizzate nei bulloni forati che sostengono la ruota, perchè si ingrassano spesso

A FAVORE DEL RESTO DEI MODELLISTI

3) i fanali e tutti gli sportelli minori, saltano via subito, colpa delle vibrazioni, un pannello d'acciaio vicino al cingolo è chiaro che si piega in 4 secondi al primo fango grosso, anche se e' uscito di fabbrica da 2 giorni

4) sopra si rovina subito la vernice soprattuto dove la si tocca spesso con le mani, ma le mani contengono grasso, quindi anche li e' difficile vedere ruggine,ma non impossibile, poi c'e da considerare che quando giri con una roba del genere te ne sbatti di tutto, soprattutto, dei rami, e fai presto a graffiare tutto, quando passi in mezzo ad un cespuglio, anche se il carro e' nuovissimo

naturalmente non volevo fare l'oracolo di turno, visto che parliamo di modellismo... e io solo so quanta strada ho da fare, ho aperto la discussione perchè mi pareva interessante sentire anche qualche campana, e magari per quanto riguarda i cingoli sbaglio in pieno!, cosi nel prossimo modello provvedo a essere migliore!! ciao a tutti!




1) I cingoli

L'acciaio dei cingoli dovrebbe arrugginire subito per due motivi: a) nelle forge la maglia di cingolo viene temprata immediatamente in acqua e il repentino raffreddamento, non trattandosi di Inox, ossida immediatamente il metallo, tantè che la catena è arrugginita già in catena di montaggio.b) Inoltre la pressione esercitata sul terreno tende a scaldare il metallo e a consumare lo stesso. Figurati che anche i cingoli gommati dello Sherman arrugginiscono USANDOLI (fidati ne ho la conferma diretta).

2) Il treno di rotolamento ha spesso colature non di olio ma di grasso e qui dipende da dove sono posizionati i trefoli degli ingrassatori.
Se ad un carro rompi le guarnizioni dei paraolii sui freni frizione o sulla frizione non hai delle semplici colature, ma circa 60 litri di olio bollente che scorre sul fondo dello scafo [SM=g9327]

3)per quanto riguarda i parafanghi... beh se mi parli del lamierino del Fiat Allis ti do pienamente ragione, ma se mi parli di parafanghi di 9 mm di spessore... (Sherman). Tu pensa che la più grande preoccupazione di un carrista è che il troppo fango impastato con foglie e rami non vada a bloccarsi tra parafango e cingolo: infatti il parafango difficilmente cederebbe ed il cingolo a lungo andare si. Quasi tutti i carri possiedono dei rostri nei pressi delle ruote dentate che si chiamano "leve caccia fango" studiate allo scopo di evitare questo tipo di danno. Per piegare come ho visto su alcuni modelli i parafanghi, il pilota dovrebbe puntare e urtare in velocità un bel muro resistente o una parete rocciosa (poco piacevole) o subire un colpo fortuito di controcarro leggero o di "striscio".Per il resto sono d'accordo con te. Più o meno tutti gli equipaggi, se non sono in parata, rimuovono la fanaleria e tutto ciò che potrebbe essere di impiccio se si staccasse in azione.

Sulle reali "speranze" di sopravvivenza dei carri durante la seconda GM poi dipende dal teatro di guerra e dal periodo preso in considerazione... Ovviamente un carro tedesco di grosse dimensioni in Germania nel 45, vista la supremazia aerea alleata, poteva sopravvivere qualche ora... un carro medio, se non proprio sfigato, poteva entrare in linea nel 39 ed arrivare zoppicante e rattoppato fino al 42/43... Tieni presente comunque che un cingolo dura al massimo 250 km, poi è meglio che pensi a cambiarlo insieme alla ruota dentata [SM=g9327] o fai una brutta fine... (mai provato a scingolare?)
[Edited by diego nello 1/31/2012 4:32 PM]
1/31/2012 5:27 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,636
Registered in: 3/20/2006
Location: ROMA
Age: 61
Secondo la mia esperienza un cingolo interamente metallico (come quelli tedeschi della II GM) o sono coperti di fango (fresco o secco) o sono impolverati con la parte a contatto con le ruote pulita e resa lucida dall'attrito. Ho visto anch'io cingoli gommati di Sherman assolutamente arrugginiti, ma si trattava di mezzi non più in uso da diverso tempo.
Relativamente alla durata media di un carro sul campo di battaglia della IIGM, indipendentemente dal teatro operativo, non credo si andasse oltre i tre/sei mesi.
Allo stato attuale non ho conoscenza di carri entrati in servizio nel 39 ed ancora operativi nel 42-43. L'unica testimonianza da me conosciuta è relativa ad un PzKpfw IV Ausf. B ancora in servizio in Francia nel '44 e sembra, dalle immagini, in perfetto stato di conservazione, cosa che probabilmente significa che tale veicolo ha partecipato a ben poche azioni nel corso della sua esistenza.
Comunque, in generale, le foto in b/n non possono dare un significativo aiuto in merito allo stato dei cingoli, per cui possono essere tranquillamente riprodotti carichi di ruggine o meno (secondo il proprio gusto), tanto è difficile supportare una tesi o l'altra. [SM=g27813]



[Edited by =pieruzzo= 1/31/2012 5:38 PM]
Giampiero


www.modelclubroma.it

Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza (Dante Alighieri)
1/31/2012 7:59 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,483
Registered in: 9/13/2009
Location: MILANO
Age: 58

I cingoli arrugginiti, su un carro operativo, non ci possono stare, perchè un cingolo in movimento sfrega continuamente. I trattori e le macchine operatrici che si vedono ancora oggi sono un esempio evidente.

Per quanto riguarda i parafanghi, mi pare che le foto valgano più di mille teorie... non mi intendo di sherman, ma i carri russi della WWII nelle foto ne sono spesso privi o li hanno a piegati e sbrindellati, e anche se in misura minore vale anche per molti mezzi tedeschi...















1/31/2012 8:06 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 879
Registered in: 9/24/2009
Location: VIGNOLA
Age: 61
la verità è che non esiste una regola,ma l'opinione individuale.
ogni modello è soggettivo,chi lo vuole scrostare,lo fa chi lo vuole nuovo idem,l'importante è farlo bene e che piaccia all'autore del modello,non si possono paragonare certe situazioni ,con altri contesti totalmente differenti,la ruggine sul metallo viene anche dopo una giornata a riposo,ma poi appena il mezzo percorre pochi metri ,ecco che il metallo sembra nuovo,non si possono paragonare ruspe o trattori agricoli ,con mezzi impiegati in combattimento che nonostante le ripetute manutenzioni sembrano avere anni di servizio sulle spalle.

il paradosso è che i mezzi terrestri della 2à g.m.non erano devastati dall'usura per la loro breve vita,mentre i mezzi moderni da come si vedono in alcune immagini ,hanno una varietà di corrosioni e scrostature,dovute al loro impiego più disparato nei vari teatri operativi
ma questa è un'alta storia

12° 81 L'ULTIMO DI UNA LUNGA SERIE
1/31/2012 8:17 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,412
Registered in: 1/26/2012
Location: CESANO MADERNO
Age: 54
Eh... Bella rogna i cingoli!
Ho dato una veloce scorsa anche su Google ("Panzer Tracks Museum")... In realtà, ne vedi anche adesso di tutti i tipi... A seconda dei Musei, della conservazione dei pezzi, della maestria o maldetria assoluta di chi li manutenta (spesso, se fate un giro, vedrete che vengono ricolorati insieme agli scafi... [SM=g27825] [SM=g27825] [SM=g27825] )

Io ho sempre dubitato che venissero prodotti con leghe "di fortuna"... Se ci pensate, dopo corazza e cannone -e forse prima - sono la parte piu' importante del carro... Perdere un cingolo voleva dire perdere il carro... Milioni di Deutche Mark...

Personalmente, me li figuro "vergini" in color acciaioso/grigiastro, come tutte le piastre dei carri prima della verniciatura... L'ossidazione ci sta proprio per la tempra... Facile che avessero un aspetto scuro e qualche ossidazione. Ma l'ossidazione doveva per forza essere solo superficiale. Il color acciaio doveva rinvenire in fretta, specialmente dopo marce prolungate e su terreni duri...
Insomma... Anche a volerci ragionare a logica, saltan fuori mille teorie tutte plausibili... [SM=g27823]
Memento ea simulacra esse...
(Ricorda che son solo modelli...)
2/1/2012 6:00 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,292
Registered in: 6/30/2008
Location: VOLPAGO DEL MONTELLO
Age: 54
Moderatore
L'acciaio, come giustamente dice Diego, ad esclusione degli inox e di altre leghe troppo fragili x quell'utilizzo, arrugginisce superficialmente con la sola umidità dell'aria.
Nn penso che dopo i trattamenti termici e le lavorazioni li verniciassero o gli dessero l'antiruggine!
Anche i riscontri con i mezzi moderni o le macchine operatrici (che vedo nei cantieri) mi confermano che dove nn sono lucidati x fregamento tendono a ossidarsi.
Quindi penso che modellisticamente parlando un fondo marron scuro è il meglio (da profondità ai dettagli, va bene come base x il fango o per la ruggine o per lo sporco), il resto dipende dal teatro operativo: polvere x gli asciutti (in questo caso le parti lucidate x sfregamento nn sono a specchio) ecc.
Un carro fermo x qualche giorno (ad esmpio x rotture o abbandono) avrebbe nelle parti lucide (e solo in quelle!) avrebbe tracce della nuova ruggine quasi arancione (guardate i dischi dei freni della vostra auto dopo un giorno di pioggia)...
Francesco

- Tutti avevano la faccia del Cristo
nella livida aureola dell'elmetto
Tutti portavano l'insegna del supplizio
nella croce della baionetta
e nelle tasche il pane dell'ultima cena
e nella gola il pianto dell'ultimo addio - Anonimo

2/1/2012 6:26 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 879
Registered in: 9/24/2009
Location: VIGNOLA
Age: 61
francesco ti quoto in pieno,e comunque ognuno se li colora come cavolo gli piace
solo per conoscenza di qualcuno ,volevo informarvi che il buon mig,ovvero la ak,ha messo in commercio un liquido di colore azzurro,che trattasi poi di un acido,che imbrunisce i cingoli in metallo e anche alcune fotoincisioni.
già provato con ottimi risultati.
ciao alberto

12° 81 L'ULTIMO DI UNA LUNGA SERIE
2/1/2012 6:31 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,111
Registered in: 12/7/2008
Age: 62
spesso i carri armati sono lavati prima di essere riparati e allora certo sono un po arruginiti





pero in azione non si vede ruggine ne colate di ruggine

photo di un amico di mia moglie in tchetchenia 2001

[IMG]http://i42.tinypic.com/w0gdok.jpg[/IMG]


DOVVVVVEEEEEE LA RUGGINE ?
[Edited by gengistank 2/1/2012 6:36 PM]
2/1/2012 6:35 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,111
Registered in: 12/7/2008
Age: 62
sono stato soldato nel primo regimento corazzato a Canjuers in francia e quello che ho visto e che un carro in azione ha molto polvere e fango,

anche i cingoli sono pieni di fango

pero se il carro va sull asfalto allora i cingoli a l interno vanno lucidi


c erano anche dei amx 13 lasciati allaperto per anni che havevano meno ruggine dei modelli di Adams wilder

2/1/2012 6:48 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,292
Registered in: 6/30/2008
Location: VOLPAGO DEL MONTELLO
Age: 54
Moderatore
Re:
gengistank, 01/02/2012 18.31:

spesso i carri armati sono lavati prima di essere riparati e allora certo sono un po arruginiti





pero in azione non si vede ruggine ne colate di ruggine

photo di un amico di mia moglie in tchetchenia 2001

[IMG]http://i42.tinypic.com/w0gdok.jpg[/IMG]


DOVVVVVEEEEEE LA RUGGINE ?



Vedrai che sotto il fango ce n'è! [SM=g27828]
e considera che la metallurgia è un po' migliorata negli ultimi 70 anni: ci sono trattamenti antiusura e anticorrosione che all'epoca neanche si immaginavano ( le maglie potrebbero ad esempio essere fosfatate con un colore finale tipico grigio scuro).
Francesco

- Tutti avevano la faccia del Cristo
nella livida aureola dell'elmetto
Tutti portavano l'insegna del supplizio
nella croce della baionetta
e nelle tasche il pane dell'ultima cena
e nella gola il pianto dell'ultimo addio - Anonimo

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:12 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com