New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author

PantherTank.NET - INTERFACCIA GIOCO/COMBAT

Last Update: 9/3/2013 9:03 PM
3/24/2010 9:25 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,122
Registered in: 1/25/2008
Location: CHIETI
Age: 45
E' un peccato però, cercatevi le battaglie navali su youtube (ora non ricordo i titoli dei video), ci sono persone che fanno navi RC in balsa, e combattono a suon di pallini d'acciaio per affondarsi a vicenda... è uno spettacolo da vedere... Certo, se uno dei pallini rimbalzasse sull'acqua e prendesse uno spettatore ci sarebbero conseguenze spiacevoli. [SM=g27813]
--------------------------------------------------
Ciao
Andrew



Excel 2013
3/24/2010 11:28 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,915
Registered in: 2/15/2009
Location: GOLFO ARANCI
Age: 59
ma infatti..
premettevo che trattavasi di chiacchiere da bar! [SM=g27823] l'idea di armarli sul serio era una piccola fantasia trasgressiva, e tale deve rimanere, te li immagini 200 kg di ferro radiocomandati e armati in giro???
anche se un amico mi ha mandato un video di un mezzo sperimentale usa (credo con compiti di sorveglianza) armato di paintball che dimostra come la realtà superi sempre la fantasia.. e quanto possa essere pericoloso un aggeggio del genere.
anche l'opzione 4,5 sarebbe estremamente difficile da percorrere, come dicevo ci vorrebbero ampi spazi, spallette paracolpi, nessun umano in traiettoria...
le remore sui colpi subiti invece non la capisco tanto (stiamo sempre facendo accademia, eh!) si rovina la vernice... e che sarà mai? nella realtà che vita operativa avevano, questi mezzi?? vuol dire che dopo un tot di "offese" si torna in officina e si cambia livrea! oppure ci si dota di uno scafo da battaglia.. avendo dato un'occhiata ai costi globali, uno scafo di ricambio mi sembra non pesare eccessivamente sul totale..
comunque mi permetto di parlare così perché a) non sono coinvolto direttamente b) non capisco un tubo di elettronica c) sono abituato a rimettere in sesto continuamente la mia auto del 1970, amando senza riserve tutti i suoi bozzi, testimoni di tante battagie (e delle tante frescacce del suo conducente, l'ineffabile sottoscritto) [SM=g27813] [SM=g27813]
quindi mi rimetto in finestra e aspetto di vedere un 1/6 che si ferma, muggisce, ed emette fumo dalle griglie. e dopo un reset riparte come se niente fosse. spero di esserci, quel giorno! [SM=g27811]
buon lavoro, p.
3/24/2010 12:30 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,122
Registered in: 1/25/2008
Location: CHIETI
Age: 45
Eheh, il fatto è (vedi il mio caso) che per verniciare il tigre (lavoro ancora da rifinire) ci ho messo taaanto tempo, invecchiarlo, abbozzarlo ecc, verranno pian pianino, ma lo vorrei tenere il più possibile con tutti i dettagli così come sono. Loscafo da battaglia è la soluzione ideale, ma al contrario degli 1:16, comprarlo costicchia comunque, autocostruirselo invece è già più semplice. Ovvio che però poi ci va tutta la meccanica e l'elettronica di torretta e cannone, e la spesa aumenta.
Spero anche io di vedere i carri in fiamme! [SM=g27828] [SM=g27828] senza rischiare i modelli ovviamente [SM=g27817] Vedremo cosa si riuscirà a fare. [SM=g27811]

PS: Ecco i matti: www.modelwarshipcombat.com/
--------------------------------------------------
Ciao
Andrew



Excel 2013
3/24/2010 1:46 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,177
Registered in: 6/11/2009
Io Continuo ad insistere su un sistema derivato dal Battle System Tamiya, se si fà un affare tipo il proiettore IR dei panter tedeschi(intendo il sistema di visione notturna vero), con 5 o 6 led IR, al limite con un red dot (laser o simil laser) centrale, con delle lenti che mantengano concentrato il raggio a circa 5/10 cm di diametro a 50/60 mt, come sensori 3-4-5 funghetti tipo o gli HL o i Tamiya, con un sistema di elaborazione che in funzione a quali e quanti funghetti vengono colpiti elabora il tipo di danno subito.
esempio:
1) se viene colpito il funghetto sulla torretta, il carro non spara più
2)se viene colpito il funghetto sul vano motore o riduzione della velocita o difficolta di manovra o fermo del tutto
3) se viene colpito un funghetto sul frontale, limitazione in manovra o difficolta nel mirare
4) una combinazione di 2 funghetti porta a danni maggiori.
5) se fosse possibile misurare la distanza del colpo, aumentano i danni in maniera inversamente proporzionale alla distanza, cioè se un Tiger colpiva un t34 a 40/50 mt(reali) lo passava da parte a parte e questo contro la maggior parte dei tank allenati.
ciao ciao
[Edited by Marco-64. 3/24/2010 1:48 PM]




"Non condivido la tua idea ma combatterò perchè tu la possa esprimere"
Voltaire
3/24/2010 3:22 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,954
Registered in: 1/31/2007
Moderatore
Re:
Marco-64., 24/03/2010 13.46:

Io Continuo ad insistere su un sistema derivato dal Battle System Tamiya...

Crdeo che le due filosofie (laser per un verso , IR per l'altro) possano convivere in questa fase di sviluppo teorico e successivamente pratico.
Intendo dire che trovo positivo lo studio contemporaneo di soluzioni diverse alla medesima necessità perchè più teste ci sono a ragionare maggiori sono le possibilità di giungere ad un risultato pratico.

Chi ha già in testa un sistema troverà più naturale arrivare alla soluzione delle inevitebili difficoltà che si trovano in un percorso così tecnico relativo a quella tecnologia ; nè, d'altra parte, chi ha l'attenzione concentrata su un tipo di apparato può nell'immediato interessarsi dell'altro.
Però ciascuno, leggendo i posts dei progressi degli studi altrui, potrà dare un'opinione od illustrare un'idea che può comunque essere utile.

In sostanza, dopo tutto questo mio sfoggio di filosofia "elettronica", l'invito che faccio a coloro che si stanno arrovellando il cervello è di andare avanti perchè un dibattito come questo dimostra vivacità intellettuale.
Per quanto ne so in nessun forum, anche all'estero dove i carri sono più diffusi, si ha la possibilità di leggere posts su un argomento così interessante e complesso. I modellisti di quei fora (o forums???) si accontentano di far girare i loro modelli 1/6 ed è finita lì; non provano ad inverntarsi una soluzione che migliori le capacità di giocare.

Avanti Carristi!


Hauptmann Guglielmo Embriaco, Carro 111 , Plotone Zena , Compagnia Genova , Abt Cycnus.

3/24/2010 6:31 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 255
Registered in: 10/13/2009
Location: ANCONA
Age: 60
Colpito !! e Danneggiato !!
Ciao a tutti,

premetto che mi cogliete completamente impreparato su tuuto quello che ora esiste per gestire il fuoco ed danni del carro.

Stavo anche io pensando a qualcosa di simile a quello suggerito da Tigrotto.

1. del mio carro posso conoscere tutti quelli che sono i parametri di fuoco ovvero alzo del cannone, sua direzione si relativa al carro che assoluta e posso anche scegliere che tipo di proiettile virtualmente sparare oltre a contarne il numero a disposizione.
Posso quindi calcolare dove andrà a finire il colpo andando an inserire semplicemente nel calcolo tutti gli elementi di disturbo che voglio ovvero velocità e direzione del vento, il piccione sulla traiettoria e perchè no il fattore C ( culo ).

Del carro nemico conosco sicurmente la sua orientazione ( se mi porge il fianco, o le terga), questo da i suoi sensori di posizione.
Se conosco anche la sua posizione assoluta sul campo a questo punto basta confrontare questa con la posizione teorica calcolata di dove cadrà il mio colpo per " dannegiarlo" via software e decidere il danno ( distrutto, un cingolo rotto, torretta bloccata, farlo fumare ecc ecc.....)

L'unico dubbio è quello di conoscere esattamete la posizione del carro nemico tramite un GPS. ma l'incertezza della sua posizione potrebbe essere il fattore C.

Ora però ancora stò lavorando al multicontrollo del carro. Via controllo remoto da un singolo PC funziona ( non ho verificato la WebCam ) ma il multicontrollo è un bel po' diverso.
Le cose da fare e da imparare sono molte e stò procedendo un passettino alla volta.

A presto

MauroTank

www.itank.it

Si vis pacem, para ludere.
3/25/2010 12:51 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,122
Registered in: 1/25/2008
Location: CHIETI
Age: 45
XMarco, ho fatto qualche disegnino usando 3 funghetti IR, e 4cm di diametro del fascio a 50mt, ebbene, come prevedibile, 3 sono certamente pochi, a 25mt poi hai 2cm di fascio e così via...
Aumentare i funghetti può essere buona cosa, aumenta "i bersagli" ma a questo punto conviene anche aumentare il fascio e impostare un'altra logica: Almeno 2 funghi devono ricevere il colpo, se ne viene preso solo 1 il colpo è di striscio, con 2 vicini il colpo è "diretto" in quella zona di carro (così da discriminare il punto di impatto facendo una "media") In questo modo 5 o 7 funghetti disposti 1 torretta, 4 agli angoli e 2 a metà delle fiancate possono essere sufficienti.
Il fascio dovrà essere di una 80 di cm al massimo sui 50mt...
Cosa brutta però in vicinanza, il diametro scenderebbe sui 40cm già a 25mt, il che potrebbe rendere già lontani i sensori (su un metro di carro i 3 sensori sulla fiancata sono a 50cm ciascuno).
Usare un fascio ristretto simile al laser (o anche 4cm di fascio) lo vedo come il cercar di sparare ad una mosca dato che comunque i funghetti sono piccolini, un paio di cm se non ricordo male.
Comunque, io rimango aperto anche a questa opzione, se riusciamo a trovare un punto di incontro tale da rendere fattibile sia le battaglie a 2mt di distanza che quelle da 50mt per me è sempre perfetto!
Oggi, nei momenti buca, ho fatto qualche disegnino immaginando alcune situazioni "complesse" dove l'angolo del carro o la vicinanza ad altri carri mettono a dura prova tutti i sistemi da noi descritti.

X Mauro, ho scartato il sistema che hai descritto per il motivo principale "GPS" e il telemetro. Occorrerebbe una notevole precisione nella conoscenza della propria posizione e di quella altrui, serve la prua della torretta e la distanza in cui il proietto colpirà qualcosa.
Purtroppo l'errore del GPS è abbastanza alto, andrebbe affiancato a degli accelerometri e un software "cazzuto" in grado di sopperire all'imprecisione del GPS tramite gli accelerometri.
La cosa si complica alquanto.
Mi sa che è più semplice l'idea del riconoscimento dei lampeggiatori via software (tipo riconoscimento facciale, motion tracking o occhi rossi) e poi inviare il colpo via radio con il codice del lampeggiatore "colpito".
Nella sua "complicatezza" secondo me i pannelli fotovoltaici e il laser semplice rimangono le soluzioni più affidabili e discretamente precise che mi vengono in mente. Marco, domani posto i disegni, ne lascio uno con lo scenario libero da scarabocchi vari, e se ti va lo riempi con le tue idee [SM=g27811]
--------------------------------------------------
Ciao
Andrew



Excel 2013
3/25/2010 11:11 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,122
Registered in: 1/25/2008
Location: CHIETI
Age: 45

Per non intasare la discussione e per non disperderla rimando alla discussione specifica:
freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=8546443&p=4&#idm1...
--------------------------------------------------
Ciao
Andrew



Excel 2013
6/4/2011 5:42 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 255
Registered in: 10/13/2009
Location: ANCONA
Age: 60
Salve a tutti,

vi aggiorno sul controllo e sul software.

1) Lettura dei sensori dal carro ( bussola, giroscopio, posizione torretta e cannone ):

- Ho tovato un modulo con integrato bussola, giroscopio e trasmettitore dati ), il ricevitore e' collegabile al PC e programmabile; OK da acquistare.

2) Azionare il carro dal Netbook.

- Ho scritto parte del sw per "leggere" tutte le informazioni del game-pad collegato al PC per controllare il carro; OK funziona.

- Ho acquistato la scheda da inserire nel carro per comandare i motori e quant'altro necessario; OK

PROSSIME AZIONI

- Acquisto moduli radio per azionare il carro e per leggere i sensori.
- Acquisto telecamera IP per dare gli occhi al carro.
- Sviluppo sw per multigiocatore.

Il GPS come ultimo passo.

Ciao
Mauro Tank

www.itank.it

Si vis pacem, para ludere.
6/4/2011 6:30 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,954
Registered in: 1/31/2007
Moderatore
Anche se di 'ste diavolerie "elettriche" [SM=g27818] non capisco niente [SM=g27819] mi pare si tratti di passi in avanti interessanti [SM=g27836] [SM=g27836] .
Tienici aggiornati; grazie
Ciao


Hauptmann Guglielmo Embriaco, Carro 111 , Plotone Zena , Compagnia Genova , Abt Cycnus.

7/22/2013 10:06 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 41
Registered in: 7/20/2013
Location: PRATO
Age: 49
Scusate se mi intrometto, siucuramente siete più avanti con lo sviluppo di quello che posso capire leggendo.

Per il problema della distanza di trasmissione non potrebbe essere risolto facendo diventare ogni singolo carro un componente di una rete peer to peer quindi sia ricevente che trasmittente?

In questo modo un carro molto distante può ricevere dati dai carri vicini, i carri messi fuoricombattimento possono continuare a ritrasmetere i dati agli altri ed eventalmente è possibile pensare di avere delle mini stazioni che fungano da repeter radio da piazzare sul campo di battaglia, magari camuffandoli.

Mi scuso anticipatamrnte per l'invadenza
7/22/2013 6:21 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,177
Registered in: 6/11/2009
Non devi scusarti di niente, credo che il tutto sia fermo da tempo, per via che abbiamo tante idee ma confuse, io di programmazione non ne capisco na cippa e manco ho il tempo per studiare la cosa e credo che per la maggior parte delle altre persone sia più o meno uguale, ogni aiuto è ben accetto.
ciao ciao




"Non condivido la tua idea ma combatterò perchè tu la possa esprimere"
Voltaire
7/22/2013 7:27 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 41
Registered in: 7/20/2013
Location: PRATO
Age: 49
Mi butto allora [SM=g1758109]

Avrei trovato questo
www.udoo.org/features/

Mette insieme un minipc raspberry pi e la possibilità di attaccarci Arduino che è un microcontrollore programmabile

Questo permetterebbe di poter usare una qualche versione di Linux come sistema operativo ed Arduino come piattaforma per interfacciare sensori servi ecc, si trova già moltissimo di già fatto o che comunque richiederebbe poco lavoro di adattamento.


Per il sistema di gioco toglierei completamente il sistema a laser/ir, avendo posizione precisa di ogni mezzo e mappa credo sia possibile simulare tutto.

Esempio
Scenario 2 carri, uno spara all'altro.

Entrambi comunicano tra loro e con le postazioni dei rispettivi piloti, quindi si conosce posizione precisa di ogni mezzo.

il mezzo uno mira attraverso una camera che funge da mirino.

Spara, il sistema calcola la traiettoria balistica del proiettile, se colpisce o meno danni ecc, il carro bersaglio viene eventualmente menomato secondo un modello dei danni.

Per ora il dubbio più grosso è riuscire a posizionare precisamente ogni mezzo, il GPS comunque arriva ad 1 m di precisione nelle condizioni migliori e su mezzi in scala 1/4 non è poco, probabilmente sarebbe da integrare un qualche sistema di triangolazione per migliorare ulteriormente il posizionamento del mezzo.

[Edited by DuncanIta 7/22/2013 7:28 PM]
7/22/2013 7:42 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,177
Registered in: 6/11/2009
Mi è venuto in mente che l'ultima volta che abbiamo visto Mauro aveva messo tutto su un tablet.

Ti spiego come funzionano i nostri carri attualmente:
Comando tramite radiocomando a 2,4 giga hertz dai 6 canali in su
2 ESC 1 per cingolo (o originali Armortek o di altri produttori)
1 scheda sonoro/audio (99% Benedini) + amplificatore dai 20 Watt in su
1 sistema di generazione del fumo o ad olio o ad acqua/ultrasuoni
opzionali:
FPV, cioè
First Person View questo attualmente è usato sono da Tigrotto 1:6 e sta "sperimentado" PierluigiGE. è un sistema di guida in prima persona tramite telecamera/e ed occhiali/monitor
Sistema di telemetria, i moderni telecomandi permettono di controllare parecchi parametri del modello, ad esempio:
1 tensione batterie ed assorbimento
2 numero di giri del motore
3 temperatura di esercizio di motore e/o batterie
4 credo sia possibile inserire un sistema di localizzazione GPS, serve per recuperare i modelli di aereo "persi"
Considera che le elettroniche montate sui nostri modelli sono costate tanti soldini, il sistema di combattimento deve aggiungersi alle elettroniche già presenti, non le deve sostituire, almeno io la vedo cosi, se in futuro una persona smette di fare battaglie basta che smonti il Battle sistem ma il carro resta comunque funzionante.




"Non condivido la tua idea ma combatterò perchè tu la possa esprimere"
Voltaire
7/22/2013 8:07 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,954
Registered in: 1/31/2007
Moderatore
Ciao DuncanIta,
mi fa piacere che tu ti stia impegnado nel progetto.


" Per il sistema di gioco toglierei completamente il sistema a laser/ir, avendo posizione precisa di ogni mezzo e mappa credo sia possibile simulare tutto."
Se ho capito bene quanto proponi -tieni presente che per me 'sta roba è più complicata dell'arabo- i carri riceverebbero il colpo "indirettamente" tramite il calcolo della propria posizione rispetto al carro avversario.
Se così fosse succederebbe che un carro può sparare "attraverso" un ostacolo (collina od edificio che sia) che si interpone tra i due contendenti (questa considerazione non è farina del mio sacco bensì di tigrotto1a6).
Quindi serve un sistema che utilizzi un colpo diretto e per questo si era pensato al laser.

Inoltre tieni presente un punto evidenziato da Marco-64. : il sistema di combattimento deve aggiungersi alle elettroniche già presenti, non sostituirle.

Grazie ancora per il tuo aiuto. [SM=g2915736]

Hauptmann Guglielmo Embriaco, Carro 111 , Plotone Zena , Compagnia Genova , Abt Cycnus.

7/22/2013 9:57 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 41
Registered in: 7/20/2013
Location: PRATO
Age: 49
Rispondo ad entrambi

Se si toglie la parte telecomando e rimane solo il combat system direi che diventa tutto più semplice.

Per il colpo indiretto potremmo vedere se è possibile eliminare il problema con qualche tipo calcolo particolare elaborando l'immagine in cui è stato sparato il colpo, oppure implementando qualche sistema di marcatura che permetta il riconoscimento del mezzo target.

Comunque è tutto da valutare, sui sistemi di questo tipo son completamente a digiuno, in genere faccio software per business intelligence o web [SM=g10218]

devo documentarmi un po'
7/22/2013 10:24 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,122
Registered in: 1/25/2008
Location: CHIETI
Age: 45
Il discorso lo affrontai qualche annetto fa, poi si arenò per passaggio ad altre idee (come faccio sempre).
Anche io sono del parere che un sistema simulato sia l'ideale.
Però siccome i carri devono potersi nascondere dal tiro nemico l'ideale sarebbe un sistema ibrido...
In pratica un IR anche non troppo preciso spara il codice verso l'altro carro, l'altro carro lo riceve (se è in vista) e interpreta le informazioni.
L'idea era di sparare informazioni in digitale come l'ID del carro che spara, calibro e posizione, il carro che riceve si calcola la distanza e di conseguenza anche i danni (a seconda dell'angolo di impatto, distanza e calibro).
Ma i problemi sono tanti...
GPS: Non è preciso per l'1:6, andrebbe affiancato ad un inerziale.
Un inerziale abbastanza preciso potrebbe essere usato fregandosene delle coordinate terrestri e creando una piazzola "0" dove ci si ferma, si azzera la posizione uno alla volta e poi si combatte partendo da li. L'inerziale offre errori meno evidenti del GPS ed è usabile internamente a strutture coperte.
Altro problema è la prua magnetica... i sensori ci sono, ma i carri sono in metallo, un magnetometro ci capirebbe poco con centinaia di kg di alluminio e ferro.
Per di più ci vorrebbero un sensore sulla torretta ed uno nello scafo. Solo in questo modo si potrebbero simulare vari tipi di danni, danni che poi andrebbero ad interfacciarsi sul sistema RC del mezzo rallentando o impedendo funzioni del modello fino allo stop completo.
Per far ciò Arduino offre le librerie SERVO ma c'è il problema di interrogare la ricevente RC per poi dare il segnale (eventualmente modificato) ai servi.
A quanto pare Arduino in questo è lento e limitato. Ardupilot per esempio ovvia al problema integrando via hardware la gestione dei servi.
Poi c'è il problema di creare una precisione maggiore del tiro, specie se si usa l'FPV, non posso centrare il nemico se sto sparando per terra, non posso mancarlo però se non punto il sensore, sensore che di solito è di pochi cm su un metro e più di carro...

Come vedi di carne al fuoco ce n'è parecchia...
Se riesci a districarti in ciò e riesci a far convivere le varie necessità siamo a cavallo! [SM=g27828]
--------------------------------------------------
Ciao
Andrew



Excel 2013
7/22/2013 11:26 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 41
Registered in: 7/20/2013
Location: PRATO
Age: 49
in teoria basta che ogni carro emetta come radiazione il proprio id (che si IR, radio o leci di natale è indifferente [SM=g27823] )

Il carro che spara dovrebbe avere un lettore giusto per capire quale mezzo sta vedendo.

Come pensavi di risolvere il problema dei mezzi parzialmente coperti?
7/23/2013 10:24 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 41
Registered in: 7/20/2013
Location: PRATO
Age: 49
Stavo pensando che vista l'assenza di necessità di comandare servi basterebbe il raspberry pi base che si prende con un 30 €.
7/23/2013 11:35 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,122
Registered in: 1/25/2008
Location: CHIETI
Age: 45
La mia idea richiede uno sparo ottico con annesso sensore, ciò implica che se il bersaglio è nascosto non riceve il segnale sparato e quindi non rimane colpito.
Anche qui... un carro nascosto al 99% in una duna, con solo il sensore di fuori verrebbe comunque centrato da chi spara.
Un altro problema di cui non si è parlato qui ma dalle altre parti è che appunto il tutto deve integrarsi con il sistema radio RC che è standard per tutti (armortek e non).
Il fatto è che il sistema di battaglia non deve solo emettere luci e suoni ma deve danneggiare la manovrabilità del carro e fermarlo alla bisogna.
Il raspberry non so se è in grado di pilotare un servo, ma mi sa che li sarebbe solo questione di software per farglielo fare.
Quello che sarebbe richiesto è che se entra un segnale tipo "tutto gas" se il carro è danneggiato ad un cingolo o ad entrambi il battle system dia una rallentata all'uno o l'altro cingolo, o entrambi. o addirittura ne fermi uno completamente, idem con la torretta o l'alzo... danni dinamici quindi, danni che inficiano le prestazioni del carro.
Poi, se le distanzae sono piccolissime e si spara con un 88 su un t34, per lo meno deve fargli molto male con un colpo singolo...

L'idea di base (non potendo mettere sensori ovunque)
Colpo ravvicinato danni pieni, all'aumentare della distanza i danni diminuiscono.
Se il sistema è in grado di dare la prua (l'heading) dei mezzi il sistema potrebbe interpretare meglio i danni, colpo al posteriore = danni al motore, il carro rallenta o si ferma o va in fiamme, colpo laterale, danno al relativo cingolo, torretta. Danno anteriore trasmissione, alzo, torretta in generale o addirittura pilota morto...
In tutto ciò ci vuole anche qualche routine random che permetta di avere un tot di incertezza sul danno effettivo, danno che magari può essere maggiore o minore di quello previsto.
Questa è la mia visione completa, poi tutto sta nei limiti di ciò che si potrà ottenere ;)
--------------------------------------------------
Ciao
Andrew



Excel 2013
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:18 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com