New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 | Next page
Print | Email Notification    
Author

Equipaggiamenti all'Infrarosso tedeschi

Last Update: 6/10/2022 2:30 PM
10/19/2006 9:48 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,116
Registered in: 5/11/2006
Location: CANEGRATE
Age: 49
Sono stato recentemente folgorato dalle novità annunciate dall'Afv Club che potete trovare al seguente indirizzo:
http://www.perthmilitarymodelling.com/newkitnews/newf.htm
Tale forlgorazione ha trovato terreno fertile in me in quanto da sempre affascinato dagli equipaggiamenti all'infrarosso sviluppati dai tedeschi sul finire della guerra.
Purtroppo, però, le informazioni e le foto sono veramente rare e la confusione regna sovrana.
Ora che l'Afv Club ha annunciato il suo 251/20 (con una scatola very cool!) ed un particolarissimo set di tre mezzi con tali mirini notturni, sono a chiedere a tutti voi uno sforzo per cercare di mettere ordine in questo delicato argomento.
Infine sorge una domanda inevitabile: il 251/22 con proiettore e visore all'infrarosso è veramente esistito o è probabilmente un'affascinante speculazione dell'Afv Club?

10/19/2006 10:36 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 10,945
Registered in: 8/26/2005
Location: GENOVA
Age: 54
mai in vita mia vidi foto di 251/22 con detto dispositivo..
ps- nemmeno di pak 40
10/19/2006 10:41 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,116
Registered in: 5/11/2006
Location: CANEGRATE
Age: 49
In realtà ci sono foto di un Marder II e di un Pak-40 equipaggiati con proiettore e visore all'infrarosso su modello di quanto proposto dall'Afv Club. Sono foto che risalgono allo sviluppo del sistema d'arma e relativi ad una serie di test d'impiego effettuati fin dal 1943.

Bender Bending Rodriguez
"Bacia il mio scintillante c**o metallico!"
"Non mi pare tanto scintillante!"
"Lo sarà il tuo! Insaccato!"

Alias ANDREA ROTONDI - Canegrate (MI)
Modificato da .Bender. 19/10/2006 10.41
10/19/2006 5:06 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,191
Registered in: 5/23/2005
Location: LEGNANO
Age: 46
Esiste qualche foto operativa di mezzi con impianti IR?

Paolino
10/19/2006 5:25 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,554
Registered in: 4/10/2006
Location: ROMA
Age: 62
10/20/2006 8:42 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,375
Registered in: 6/28/2005
Location: RONCADE
Age: 34
però: che maledetti geniacci questi crucchi!!! sempre un passo avanti... [SM=g27825]
10/20/2006 2:50 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,191
Registered in: 5/23/2005
Location: LEGNANO
Age: 46
Grazie Fabrizio!

Paolino
10/20/2006 7:58 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,778
Registered in: 1/18/2006
Location: RACALMUTO
Age: 59
Gli equipaggiamenti Ir usati dai tedeschi, furono come ovvio oggetto di approfonditi studi da parte alleata, che per prima arrivò nei luoghi di costruzioni delle apparecchiature, i tedeschi tra l'altro sperimentarono contemporaneamente all'uso di apparecchiature Ir anche uniformi con macchie mimetiche di colorte nero ottenute con pasta di grafite, questo allo scopo di non concentrare sul soldato il raggio infrarosso, la grafite infatti assorbe il raggio, neutralizzandolo, la stessa tecnica, con le opportune e accessorie modifiche la sta usando lo Stealth, insieme alla particolare inclinazione delle componenti della struttura del velivolo. la mimetica tedesca della seconda GM si chiamava Liebermeister o giù di lì. A proposito pare che nella foresta nera, molti americani abbiano perso la vita perchè i tedeschi "vedevano al buio"... chissà cosa avranno voluto dire!!!!
Luigi
10/20/2006 11:37 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 10,945
Registered in: 8/26/2005
Location: GENOVA
Age: 54
già chissà cosa.. [SM=g27820]: [SM=g27829]
10/22/2006 9:38 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,116
Registered in: 5/11/2006
Location: CANEGRATE
Age: 49
IR Panther
Che argomento affascinante!
Vorrei cominciare a mettere in comune le immagini che ho e che sono riconducibili ai visori ad infrarossi montati sui Panther. L'intenzione è di proseguire con tutto il resto, ma cominciamo con il più famoso e pericoloso: il NachtPanther!
Dunque, erano previsti due sistemi di visione all'infrarosso per consentire ai Panther la visione ed il combattimento notturno. Il primo era il sistema SPERBER un proiettore da 30cm di raggi infrarossi accompagnato da una sorta di cannocchiale che convertiva gli infrarossi in luce visibile


Ecco uno schema tecnico

Si trattava di un complesso sistema che montato nella cupola del capocarro consentiva a quest'ultimo di "vedere nelle tenebre". Una volta acquisito il bersaglio, l'affusto veniva ancorato con una leva al cannone diventandone un secondo mirino. A questo punto il capocarro, dando i comandi al cannoniere con i piedi, consentiva al Panther di inquadrare il bersaglio e distruggerlo.
Non era un sistema facile e non era esente da difetti, primo fra tutti l’esposizione all’esterno di tutta l’apparecchiatura e del capocarro. Inoltre non bisogna dimenticare che tale sistema era efficace solo con ottime condizioni atmosferiche e senza luna piena. Tale mirino, infine, era Attivo, “illuminando” il campo con il proprio proiettore che, però, aveva una portata di 400 metri. Per questo fu realizzato l’Uhu che, con il suo proiettore di raggi infrarossi da 40cm, “illuminava” il campo di battaglia fino a 1500 metri.
Il sistema, quindi, non era perfetto ma una tecnologia così all’avanguardia garantiva, rispettando tutte le condizioni necessarie, un indubbio vantaggio sull’avversario.
Senza voler entrare resoconti di battaglie notturne, vi posto le foto che ritraggono Panther equipaggiati con tali mirini.
Ovviamente la più famosa di tutte!

Poiché gli equipaggiamenti ad infrarosso erano molto preziosi, fu sviluppato un apposito cassone corazzato posteriore per stivarli. Le foto di Panther con questi cassoni, tra l’altro muniti di carica esplosiva in caso di abbandono del carro e finalizzata a non far entrare il nemico in possesso di tale nuova tecnologia, non sono poi così rare e vi posto quelle in mio possesso con relativo dettaglio ingrandito.

Notate su questo Panther anche il primo shurzen arrotondato!
Ma vai di particolare!






Queste foto e la certezza documentale della fornitura di tali equipaggiamenti alle forze combattenti, mi fanno protendere su un effettivo uso degli stessi. Si aggiunga poi che i Flammverichter e gli speciali proiettili che creavano meno fiamma alla bocca, avevano il compito di rendere il Panther virtualmente invisibile.

Lo Sperber era il visore notturno standard che avrebbe dovuto equipaggiare tutti i Panther, per supplire però ai suoi difetti si era prevista anche la versione BIWA che, probabilmente, avrebbe equipaggiato speciali Task Force specializzate nel combattimento notturno.
Ecco un profilo apparso sul libro della Concord dedicati al Panther.

In questo caso, pilota, cannoniere e capocarro avevano il loro visore ed il loro proiettore e, quindi, avrebbero potuto operare indipendentemente uno dall’altro.
Sullo stesso libro è stata pubblicata anche questa foto dichiarandola di un Panther Biwa.

In realtà si tratta di un falso ottenuto manipolando la seguente foto (tra la l’altro anch’essa pubblicata sullo stesso libro).

Sempre nel libro della Concord si dice che il seguente Panther Ausf. D

Presenta una saldatura a lato del mirino che potrebbe essere quella necessaria per ancorare il supporto del mirino a raggi infrarossi per il cannoniere.
Ecco un dettaglio.

Non saprei, fate voi.
Resta il fatto che non esistono foto del sistema Biwa pur essendo trattato in documenti e facilmente costruibile con i componenti dello Sperbe.
Non bisogna inoltre dimenticare i misteriosi supporti che spesso si vedono sui lati dei collari degli ultimi Panther.


Pur facendo un passo ulteriore nella fiction, alcune teorie affermano che fossero gli ancoraggi per i proiettori di raggi infrarossi come qui sotto proposto in un bel modello.





In questo stesso modello sono riprodotti i panelli corazzati che, circondando il cofano motore, erano finalizzati ad offrire una efficace protezione dei fanti equipaggiati con Vampir ed aventi il compito di proteggere il carro dagli attacchi della fanteria.

Insomma, l’argomento è ancora nebuloso ed avvolto dal mistero, ma non si può negare sia affascinante. Se poi si passa ai veri o presunti rapporti di combattimenti notturni, è difficile non esserne affascinati!

10/22/2006 9:44 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,778
Registered in: 1/18/2006
Location: RACALMUTO
Age: 59
bellissimo articolo Andrea, ben scritto e ben documentato, i miei più vivi e sinceri complimenti
Luigi
10/23/2006 8:05 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,782
Registered in: 10/31/2005
Location: SANT'ELENA
Age: 45
Grandissimo Andrea,
bel lavoro, mi hai fatto venie un prurito alle manine..... [SM=g27825]
10/23/2006 10:55 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,116
Registered in: 5/11/2006
Location: CANEGRATE
Age: 49
Grazie,
spero di non essere logorroico, ma il fatto è che certi argomenti mi piacciono troppo!!! [SM=g27837]



10/23/2006 11:13 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,782
Registered in: 10/31/2005
Location: SANT'ELENA
Age: 45
Ma quale logorroico, sei un grande!!!! [SM=g27811]
10/23/2006 2:56 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 385
Registered in: 9/3/2006
Location: SOMMA LOMBARDO
Age: 47
Alla faccia della tecnologia!..... [SM=g27837]
Magnific!
Maurizio! [SM=g27837] [SM=g27837]
10/25/2006 10:43 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,578
Registered in: 2/24/2004
Location: GENOVA
Age: 54
Ciao, Andrea. Bel lavoro. Perchè non redigi un articolo da piazzare sul sito, tanto per gradire? La butto lì.
Secondo Jentz il primo impiego operativo di Panther con dotazione IR sarebbe avvenuto nel gennaio/febbraio del 1945 in Ungheria durante la riduzione della testa di ponte russa sul fiume Gran. Operazione preliminare all' offensiva "Risveglio di Primavera" del marzo 1945. Stando a Jentz si trattava di un Panther ausf A o G accompagnato da un UHU. Nel suo libro sul Panther "The Panther german tank:The quest for the battle supremacy". Jentz parla di 1.000 proiettori IR per Panther disponibili nell' ottobre-novembre del 1944, ma rifiutati, per ragioni non chiare, dalla Werhmacht.
Syas [SM=g27811]
10/25/2006 11:13 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,782
Registered in: 10/31/2005
Location: SANT'ELENA
Age: 45
Oh finalmente, il Bassho!!! Che piacere leggerla carissimo!!! [SM=g27811]
10/25/2006 11:17 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,578
Registered in: 2/24/2004
Location: GENOVA
Age: 54
Ciao, Nick. [SM=g27811]
Scusate l' assenza ma son caduto vittima del vibrione malvagio (ma non quello del Wisconsin..ci mancherebbe altro...)
Syas [SM=g27811]
10/25/2006 11:27 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 10,945
Registered in: 8/26/2005
Location: GENOVA
Age: 54
bassho è per i bacilli quello che un osso è per un cane.. un richiamo irresistibile.. [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828]
se c'è un bacillo nel giro di un chilometro il bassho se lo becca [SM=g27828]
10/25/2006 11:34 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,578
Registered in: 2/24/2004
Location: GENOVA
Age: 54
Ahimè. Vecchio Fritz, hai ragione...Putroppo non vale lo stesso principio per la gnocca...e vabbè...
Syas [SM=g27828]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:22 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com