New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author

AEROGRAFO

Last Update: 10/17/2016 5:45 PM
10/11/2016 2:23 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 961
Registered in: 5/29/2011
Location: MILANO
Age: 81
GRAZIE DELLA FIDUCIA, DI CUORE.

Premessa: quanto scrivo è esperienza e opinione PERSONALE. Ringrazio anticipatamente chi vorrà criticare e correggermi errori o imprecisioni.
Il primo post sarà sull’aerografo:

gli aerografi che usiamo nel modellismo appartengono in genere a due (tre) tipi:
1-ad azione singola (il pistone, che si muove solo verticalmente, regola CONTEMPORANEAMENTE quantità d’aria e quantità di colore). E il tipo più semplice, utilissimo per colorazioni estese (primer, colore base….) facile da usare, facile da pulire. Se si vuole regolare sia colore sia quantità d’aria si può usare un trucco: si sposta all’indietro l’ago del minimo necessario ad ottenere il risultato voluto. Con ciò si regola la quantità di colore, quindi si agisce sul pistone per regolare l’aria, trasformando SPANNOMETRICAMENTE l’aerografo ad azione singola in un surrogato di un doppia azione con pistone bloccabile nell’erogazione del colore.
2-A doppia azione: il pistone è movibile sia in senso verticale (erogazione dell’aria) sia avanti-indietro (erogazione del colore). Ben più modulabile e utile del singola azione richiede un certa (non poca….) esperienza per usarlo nel modo più efficace.
(3)-A doppia azione con blocco: è un doppia azione nel quale esiste una vite filettata (in fondo o a metà del corpo) che impedisce all’ago di retrocedere COMPLETAMENTE, RIDUCENDO IN MODO DEFINITIVO (oer quella seduta) la quantità di colore erogato. Molto utile per lavori fini, solo che quelli “buoni” costano….
Considerazioni sugli aerografi:
Ugello (duse): uso solo due misura: 0,2 mm e 0,3 mm. Non ho esperienza di altri diametri del foro di erogazione. La duse VA PULITA BENE MA CON DELICATEZZA. Se il getto NON esce lineare col foro d’uscita ma spara in diagonale la duse o è ammaccata o è sporca. Bisogna provvedere…..
Pulizia dell’aerografo: sull’argomento sono un cavernicolo: invidio con tutto il cuore coloro che affermano che dopo l’uso basta sempre un lavaggio con il diluente del colore usato e l’aerografo è SEMPRE pronto.
A me non succede. Alla fine di ogni USO, se l’aerografo deve essere inutilizzato anche solo per mezz’ora, lo smonto completamente (COMPLETAMENTE) e lo pulisco con solventi e spazzolini. Se invece lo devo riusare dopo pochi minuti (ma pochi sul serio), allora lo faccio lavorare ad alta pressione con il suo serbatoio PIENO di diluente del colore usato. NON USARE TRIELINA O NITRO CON I COLORI VINILICI O VINILOACRILICI (Lifecolor, Vallejo…) ma solo i loro specifici diluenti. Con Tamiya uso alcool isopropilico. Non ho esperienza del tanto lodato Vetril per i Vallejo.
NON METTERE VIA L’AEROGRAFO SPORCO PENSANDO: LO PULIRO’ DOPO. SE I COLORI SI INCROSTANO LA PULIZIA DEVE ESSERE FATTA CON AGGRESSIVI VIOLENTI (SOLVENTE NITRO, TRIELINA…)E A VOLTE NON RIESCE, PERCHE’ SI INTASANO IL CANALICOLO DEL COLORE ALL’INTERNO DEL CORPO DELL’AEROGRAFO, CHE DEVE ESSERE RIMANDATO DALL’IMPORTATORE, CHE NON LO PULISCE GRATIS!!!!!!

PER PULIRE L'AEROGRAFO: personalmente uso, da diversi anni, l'AIRBRUSH CLEANING KIT BD 430, con setole. C'è anche un set SENZA setole, utile per il lavoro grossolano di disostruzione di canalicoli ostruiti. Non ricordo il serial number ma sul web è presente insieme al BD 430.


New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:25 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com