New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 | Next page
Print | Email Notification    
Author

FIAT G-50bis FRECCIA

Last Update: 4/3/2017 8:41 AM
4/27/2014 9:50 AM
 
Email
 
Quote
ONLINE
Post: 6,511
Registered in: 9/20/2013
Location: VIAREGGIO
Age: 70
Note sul FIAT G.50 di un pilota..........


Mi soffermo sul G.50 (io comandavo la 150sq. del 2° Gruppo)
La pericolosità del velivolo era stata esaltata dall’applicazione di un serbatoio supplementare sistemato dietro la schiena del pilota e dalla pesante corazza:
Non si poteva lasciare la cloche un solo attimo senza … serie conseguenze.
Un mio gregario è caduto in vite (S.ten Mancini) navigando in volo orizzontale ed in formazione.
Il G 50 andava in auto rotazione … in atterraggio e non perché era pesante o aveva il carrello avanzato , ma perché aveva un’ala impossibile.
In quei tempi, anche perché i campi erano limitati, si atterrava seduti, cloche alla pancia.
Il G.50 , cloche alla pancia al minimo sobbalzo, "partiva" e metteva l'ala sinistra a terra;
tant'è che la FIAT aveva ovviato all'inconveniente... rendendo sostituibile il terminale dell'ala!
I piloti smaliziati, invece, inventarono... una manovra anti istintiva ma efficace:
atterravano seduti ma, al primo contatto col terreno, spingevano la cloche sotto al cruscotto.
I guai aguzzano l'ingegno ...
Le caratteristiche - in particolare - del G.50 (quelle diffuse dalla pubblicistica n.d.r.) sono ... una bestemmia:
evidentemente sono state ricavate ottimisticamente dal prototipo "nudo".
Io ho sostenuto un combattimento... ravvicinato con un Hurricane (e sono stato... regolarmente abbattuto) e assicuro che la differenza di velocità, a nostro scapito, era ben maggiore del 10%.
Con l'aumento dei carichi (per di più in coda) l'aeroplano doveva viaggiare ad un assetto che offriva maggiore resistenza.
Non Le parlo degli impianti (per esempio il carrello), delle armi che non sparavano, della presa d'aria, a... pelo di terra, che succhiava più sabbia che ossigeno, della continua sensazione di "camminare sul ghiaccio" (esatta), che innervosiva il pilota più esperto e che gli faceva rimpiangere il manovriero, tranquillo CR 42 (di poco meno veloce, a carico completo).
Il motore che - dopo due giorni di Libia - consumava... più olio che benzina e imponeva dei rullaggi a non finire prima di staccare, con angoscia, le ruote da terra ......

(da una lettera al pubblicista aeronautico dott. Emilio Brotzu 14.10.1971)

Tullio De Prato
Un Pilota Contadino
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:21 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com