New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author

MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48

Last Update: 4/2/2012 8:33 AM
1/10/2012 6:27 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,489
Registered in: 3/1/2010
Location: SAN GIORGIO IONICO
Age: 29
ma vola veramente??? non è che ci stai facendo le foto di parti di un aereo vero???? troppo bello mi piace davvero tanto [SM=g27811] ottimo il motore e gli interni [SM=g27811]
1/10/2012 6:49 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,491
Registered in: 9/11/2007
Location: VEJANO
Age: 68
Riposa in Pace
Bellissimo, complimenti [SM=g1865391] [SM=g1865391] [SM=g1865391]
Adesso queste foto del motore mandale a quello che lo fa in resina e chiedigli se ne vuole parlare [SM=g27811]


1/10/2012 10:15 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ciao , piccolo problemino per la cofanatura superiore . Il modello che stò realizzando è un Fi
c5 e presenta 3 piccole prese d'aria sul cofano , se non sbaglio nelle serie precedenti non
erano addirittura presenti. Queste prese sono state stampate chiuse , e bisogna aprirle . Il
problemino è che lo stirene in quel punto è sottilissimo e rompere tutto è un attimo .
Ringrazio tutti per i messaggi , molto graditi . riccardo


[Edited by madmacs 1/26/2012 12:59 AM]
1/12/2012 10:29 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ciao a tutti . Mentre cercavo di sistemare il pannello di chiusura di SX del motore , mi sono
accorto che rimaneva una grossa grossa fessura sul lato superiore . Fessura che misurava 0,7
mm nel punto più alto e andava a zero a circa 2/3 del pannello . In effetti nella scala 1:48
un solco da 0,7 mm corrisponde a una vera e propria trincea , che purtroppo per tapparla
si rischia di perdere dei dettagli . Dettagli che nel nostro caso sono le sedi delle viti di
fissaggio del pannello , 4 sopra e 7 sotto . Una volta carteggiato lo stucco , ho tracciato il
pannello , usando come riferimento l'insostituibile dymo , o per i tratti curvilinei 2 strati
sovrapposti di nastro in pvc e ritagliato in striscioline . Per le sedi delle viti ho usato come
fustella un ago da insulina , con un risultato accettabile. Ho finito la giornata " modellistica
" con un battesimo pagano dei ultimi trasparenti dello Storch nella cera future ....e per oggi
basta . Saluti e alla prossima riccardo




[Edited by madmacs 1/26/2012 1:00 AM]
1/13/2012 2:28 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,915
Registered in: 2/15/2009
Location: GOLFO ARANCI
Age: 59
ah però.
ne ha di magagne, 'sto modello... bella ripresa, complimenti!

mi domandavo... spesso i modelli hanno i carrelli alla massima estensione, come se fossero in volo, e su questo aereo in particolare la differenza si vede...
com'è riprodotto in questo kit?
1/13/2012 8:20 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Re : mi domandavo....spesso i modelli hanno i carrelli alla massima estensione.. mc65 13/01/2012 02,28 ___________________________________________________________________________________________Ciao , buongiorno anche se qui il tempo non è splendido. Scusa mc65 non ho capito la domanda sui carrelli . riccardo
1/13/2012 10:56 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,915
Registered in: 2/15/2009
Location: GOLFO ARANCI
Age: 59
colpa mia,
ci riprovo:
le strutture dei carrelli degli aerei, così come le sospensioni delle automobili, sono soggette alla compressione data dal loro peso, quando sono a terra.

e così come per i pneumatici, che nei modelli in scala vengono sempre riprodotti belli gonfi, come sono solo quando sono staccati da terra, anche gli steli, di solito telescopici, vengono riprodotti alla loro massima estensione.

la cosa ha un senso dove -per esempio- c'è la scelta di costruire il modello col carrello retratto. sempre per esempio prendiamo un FW190, o un hurricane: in questo caso le ruote (che si vedono parzialmente anche a carrello su) devono essere a tutto tondo, e gli steli devono essere tutti estesi, per permettere al complesso del carrello di chiudersi a filo dei vani nel ventre delle ali.

ma nella realtà, un aereo pesa, e nemmeno poco, rispetto alle sue zampette. non c'è niente di meno frustrante, secondo me, del completare un bel modello e vederlo "galleggiare" sul suo carrello come se fosse di ...plastica piena!

nel caso specifico dello storch, dove il carrello è fisso e con un'escursione notevole, da carico a scarico, la differenza è notevole, tra le due condizioni. oltre che avere una corsa piuttosto ampia, gli steli principali sono parte di un traliccio la cui geometria varia in maniera consistente, una volta compresso...

la domanda è: come ha riprodotto tamiya questo particolare?

mi sono capito? ora non ho tempo, ma eventualmente ti cerco qualche immagine di esempio..
ciau, p.

PS hai qualcosa nell'orecchio... sembra proprio una pulce delle mie, scusa!! [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828]
[Edited by mc65 1/13/2012 10:58 AM]
1/13/2012 11:59 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,292
Registered in: 6/30/2008
Location: VOLPAGO DEL MONTELLO
Age: 54
Moderatore
Re: colpa mia,
mc65, 13/01/2012 10.56:

ci riprovo:
le strutture dei carrelli degli aerei, così come le sospensioni delle automobili, sono soggette alla compressione data dal loro peso, quando sono a terra.

e così come per i pneumatici, che nei modelli in scala vengono sempre riprodotti belli gonfi, come sono solo quando sono staccati da terra, anche gli steli, di solito telescopici, vengono riprodotti alla loro massima estensione.

la cosa ha un senso dove -per esempio- c'è la scelta di costruire il modello col carrello retratto. sempre per esempio prendiamo un FW190, o un hurricane: in questo caso le ruote (che si vedono parzialmente anche a carrello su) devono essere a tutto tondo, e gli steli devono essere tutti estesi, per permettere al complesso del carrello di chiudersi a filo dei vani nel ventre delle ali.

ma nella realtà, un aereo pesa, e nemmeno poco, rispetto alle sue zampette. non c'è niente di meno frustrante, secondo me, del completare un bel modello e vederlo "galleggiare" sul suo carrello come se fosse di ...plastica piena!

nel caso specifico dello storch, dove il carrello è fisso e con un'escursione notevole, da carico a scarico, la differenza è notevole, tra le due condizioni. oltre che avere una corsa piuttosto ampia, gli steli principali sono parte di un traliccio la cui geometria varia in maniera consistente, una volta compresso...

la domanda è: come ha riprodotto tamiya questo particolare?

mi sono capito? ora non ho tempo, ma eventualmente ti cerco qualche immagine di esempio..
ciau, p.

PS hai qualcosa nell'orecchio... sembra proprio una pulce delle mie, scusa!! [SM=g27828] [SM=g27828] [SM=g27828]



Osservazione importante... [SM=g27811]
Francesco

- Tutti avevano la faccia del Cristo
nella livida aureola dell'elmetto
Tutti portavano l'insegna del supplizio
nella croce della baionetta
e nelle tasche il pane dell'ultima cena
e nella gola il pianto dell'ultimo addio - Anonimo

1/13/2012 3:40 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48

Re: Colpa mia mc65 ,
Ciao ,questa mattina non avevo interpretato bene il messaggio , pensavo ti riferissi non
all'effetto peso sugli ammortizzatori o allo schiacciamento degli pneumatici ma più
semplicemente a come era interpretato il carrello dalla Tamiya . Nessuna pulce , forse
qualcosa di più grosso e invadente ( sono ansioso già di mio ) che mi ha ricordato un lavoro
di 3 anni fa . Esattamente un grosso Dornier DO 335 Pfeil , sempre della Tamiya , che
aveva come modello una certa differenza di escursione degli steli degli ammortizzatori ,
rispetto a foto dell' originale ( pochissimi esemplari ) parcheggiati . Già allora mi ero
creato il problema di diminuirne la lunghezza . Ti allego una foto di quel lavoro , che
nonostante sia finito da 3 anni necessita di un filo di opaco nel vano carrelli , una
sporcata sui pneumatici e qualche trafilaggio di olio dallo stelo . Domani lo faccio,
domani...... Ritornando allo Storch come dalle foto si evince , c'è una lunghissima
escursione dei due manicotti del carrello in volo o parcheggiato . La Tamiya ha
presentato un modello ( mi sembra ) posizionato a terra . Inoltre come vedrai dalle foto ,
ledue gambe non sono particolarmente belle, o quanto meno considerando il prezzo della
scatola , avrebbero potuto fare di meglio . Ancora ciao e alla prossima riccardo








[Edited by madmacs 1/26/2012 1:01 AM]
1/13/2012 9:56 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,735
Registered in: 9/23/2010
Location: NICHELINO
Age: 52
Montaggio e pittura spettacolari,(il motore sembra vero) [SM=g27811]
http://augustomotolo.blogspot.it/
1/13/2012 11:03 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ti ringrazio cestus 72 ,per il gentile messaggio . E già che ci sono pongo una domanda : come mai dalla terza pagina di questo mio CONTEST le foto e i testi mi si espandono in orizzontale .Ben oltre le dimensioni del monitor ,costringendomi ad usare lo scroll del mause per fare scorrere la pagina in orizzontale . Se potete aiutarmi , magari ho "toccato " qualche funzione che ... grazie anticipato riccardo
1/14/2012 3:19 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 200
Registered in: 6/14/2009
Location: CREVALCORE
Age: 45
Ciao riccardo, direi assolutamente compressi. Nella foto che hai postato da estesi si vede chiaramente il segno dalla differenza del colore, ci saranno almeno 50cm (circa) di differenza.
1/15/2012 11:25 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ciao a tutti . Ho finito al 50 % la parte più brutta ( x me ! ) del modellismo aereo , la
verniciatura dei trasparenti . Infatti ho finalmente terminato di verniciare con l' RLM 66 tutti
i frames interni dello Storch . Anche se saranno visibili solo in trasparenza , per via della
cabina chiusa . Per quelli esterni il lavoro dovrà essere MOLTO più accurato e preciso ,
Perchè lo Storch tutto sommato assomiglia parecchio ad un acquario , con tutti quei vetri e
cornici . Sempre per la cabina , ho terminato di montare la struttura tubolare e una specie
di "trave" che vincolerebbe le ali alla fusoliera . Ho fissato la bussola al montante frontale ,
bussola che ho completato con una decal per la gradazione e una lacrima di trasparente
Tamiya per simularne il vetro . A questo punto non mi resta che montare il tetto trasparente
della cabina , con la sua brava MG 15 e il portello di dx . E sarei quasi quasi a tiro per l'
aerografo . Un saluto a tutti riccardo






[Edited by madmacs 1/26/2012 12:54 AM]
1/17/2012 12:58 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,915
Registered in: 2/15/2009
Location: GOLFO ARANCI
Age: 59
annaspa,
che lavoro, a mascherare tutta la vetrina a quel modo!!!

credo che il problema di impaginazione sia dovuto al modo in cui hai inserito le foto...
se le inserisci in colonna, invece che di seguito, il formato dovrebbe rimanere standard.

è per quello, oltre che per avere dei riferimenti certi quando si discute, che le inserisco con un numero identificativo (quello che assegna la fotocamera) e poi di seguito con il loro URL o come caspio si chiama...

esempio:

2037-codice immagine


2038-codice immagine

mi sa che il primo aereo a cui rimetterò mano sarà uno storch.... mi sta intrigando non poco, il tuo lavoro! [SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811]
1/17/2012 12:37 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ti ringrazio mc65 . Alle prossime foto darò una sequenza numerica , ma comunque quando inserisco le foto , le metto in colonna , come dovrebbero collocarsi nella pagina . Stranamente il problema si è verificato solo a pagina 3 , vedremo. Il VERO DRAMMA invece , è avvenuto al momento di fissare il tettuccio trasparente alla fusoliera già completa di ali . Incredibilmente la parte trasparente superiore presenta una fessura da 0,7 , rispetto all' incastro del trasparente frontale . E circa 0,3 sui lati adiacenti alle radici alari . Ora a tappare fessure e ritracciare non è per niente un problema , ma in questo caso è la posizione . Rischio di carteggiare il vetro frontale tanto è vicino ( la cornice è a 1 mm ) . E per le ali ad una distanza ancora minore c'è un pannello in leggero rilievo , che se compromesso rifarlo in plasticard da 0,18 mi provoca vampate di calore e disturbi ormonali . Per non parlare di altri due pannelli completi di cerniera che andrebbero completamente cancellati . Dopo pranzo , spero che la digestione mi porti consiglio , e non acidità . riccardo
1/17/2012 12:37 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ti ringrazio mc65 . Alle prossime foto darò una sequenza numerica , ma comunque quando inserisco le foto , le metto in colonna , come dovrebbero collocarsi nella pagina . Stranamente il problema si è verificato solo a pagina 3 , vedremo. Il VERO DRAMMA invece , è avvenuto al momento di fissare il tettuccio trasparente alla fusoliera già completa di ali . Incredibilmente la parte trasparente superiore presenta una fessura da 0,7 , rispetto all' incastro del trasparente frontale . E circa 0,3 sui lati adiacenti alle radici alari . Ora a tappare fessure e ritracciare non è per niente un problema , ma in questo caso è la posizione . Rischio di carteggiare il vetro frontale tanto è vicino ( la cornice è a 1 mm ) . E per le ali ad una distanza ancora minore c'è un pannello in leggero rilievo , che se compromesso rifarlo in plasticard da 0,18 mi provoca vampate di calore e disturbi ormonali . Per non parlare di altri due pannelli completi di cerniera che andrebbero completamente cancellati . Dopo pranzo , spero che la digestione mi porti consiglio , e non acidità . riccardo
1/17/2012 9:37 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ciao a tutti . Ho avuto un grosso problema montando il tettuccio superiore . Infatti lasciava
un enorme lasco dalla battuta del vetro anteriore , e all'altezza delle radici alari . Il casino
era che carteggiando , incollando ecc. rischiavo di rovinare il canopy , o altri particolari di
difficile sostituzione . Purtroppo ho dovuto staccare gli slats per potere lavorare con
precisione . Tanta precisione che mi è pure caduto il modello !!! Grazie a Dio col solo
distacco dei flaps di SX . Giornata orrenda . Le fessure le ho chiuse inserendo strisciette di
plasticard , con un filo di attak per capillarità . Poi perimetrando il tutto con nastro Tamiya
per non sbordare , ho iniziato a recitare il Rosario all' incontrario , mentre con piccoli
cilindretti di carta abrasiva cercavo di spianare . A fine lavoro , con una punta da compasso
ho ritracciato tutti i pannelli compromessi , compreso quelli con l' apertura a cerniera .
Quest' ultima l' ho rimediata con 2 segmenti di filo da 0,32 , leggermente incisi per simulare
il movimento . Un saluto e alla prossima . riccardo





[Edited by madmacs 1/26/2012 12:55 AM]
1/17/2012 9:37 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ciao a tutti . Ho avuto un grosso problema montando il tettuccio superiore . Infatti lasciava
un enorme lasco dalla battuta del vetro anteriore , e all'altezza delle radici alari . Il casino
era che carteggiando , incollando ecc. rischiavo di rovinare il canopy , o altri particolari di
difficile sostituzione . Purtroppo ho dovuto staccare gli slats per potere lavorare con
precisione . Tanta precisione che mi è pure caduto il modello !!! Grazie a Dio col solo
distacco dei flaps di SX . Giornata orrenda . Le fessure le ho chiuse inserendo strisciette di
plasticard , con un filo di attak per capillarità . Poi perimetrando il tutto con nastro Tamiya
per non sbordare , ho iniziato a recitare il Rosario all' incontrario , mentre con piccoli
cilindretti di carta abrasiva cercavo di spianare . A fine lavoro , con una punta da compasso
ho ritracciato tutti i pannelli compromessi , compreso quelli con l' apertura a cerniera .
Quest' ultima l' ho rimediata con 2 segmenti di filo da 0,32 , leggermente incisi per simulare
il movimento . Un saluto e alla prossima . riccardo





[Edited by madmacs 1/26/2012 12:55 AM]
1/21/2012 7:26 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ciao a tutti , dopo qualche problema sono a tiro con l'aerografo . Ho praticamente passato
due giorni a mascherare le vetrature dello Storch , e in maniera parziale . Perchè mi riservo
di mascherare in un secondo tempo il vetro circolare posteriore , quello da cui esce l' MG 15 .
Ho anche avuto l' idea di montare lo " sportello " di DX in posizione aperta , tutto sommato
aumenta la visibilità degli interni e movimenta il modello .Non userò praimer come fondo ,
ho l' impressione che sulla plastica non serva . Inizierò con una mano di RLM 65 su tutto il
modello , in modo da evidenziare tutti gli eventuali difetti , per poi passare all' RLM 71 e 70
.Come marca di colore voglio provare i Vallejo , ne ho sentito parlare tanto su questo forum
che voglio provarli . Leggendo una risposta di madmacs , che consigliava di diluire l 'Air con
acqua oltre che col suo solvente .Ho provato col mio Iwata da 0,2 con 1,5 di pressione e il risultato è stato più che ottimo . Saluti e alla prossima riccardo






[Edited by madmacs 1/26/2012 12:56 AM]
1/23/2012 9:06 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,693
Registered in: 5/1/2010
Location: GENOVA
Age: 71
MEMORIAL BIAGINI - riccardoaderito - STORCH 1:48
Ciao a tutti . Finalmente ci siamo , si inizia a verniciare ! Come avevo anticipato , per il
colore inferiore dello Storch l' RLM 65 ho usato il Vallejo 008 . Diluito col proprio thinner e
con l'aggiunta di acqua , spruzzato con un Iwata da 0,2 con pressioni da 1,2 / 1,5 . Non
conoscendo questo prodotto, ho fatto un paio di prove che mi hanno tranquillizzato e
soddisfatto come risultato . Con la prima verniciatura in RLM 65 ho insistito sotto le ali , il
ventre di fusoliera e i piani di coda inferiori . Per le zone superiori , ho spruzzato solo un
velo di acrilico , giusto per creare un fondo per i due toni di verde futuri . Dodici ore dopo ,
armato di pazienza , nastro , cutter e pinzette ho mascherato il modello per ricevere la mano
di RLM 71 . In questo caso ho usato l' XF61 della Tamiya , avendone diversi flaconi ancora
intonsi . Ho schiarito il colore con un 15% di bianco opaco , e via di aerografo su tutto il
modello . Dopo , a modello asciutto , nastro tolto e ANSIA sotto controllo ho spruzzato un
velo di future diluitissima , per fissare il tutto . Domani inizierò a creare gli splinter con
l'RLM 70 , anche se poi con la lavabile bianca addosso non è che si vedranno molto .
Saluti riccardo




[Edited by madmacs 1/26/2012 12:56 AM]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:26 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com