New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author

Memorial Biagini - Dietmar Alber - White Scout Car Indocina

Last Update: 2/17/2013 11:50 PM
1/1/2012 12:09 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Step 5: il vano interno va incollato sul telaio. Non ho incontrato particolari problemi. L'unico accorgimento é stato quello di mettere un peso per permettere una buona presa della colla.


1/1/2012 12:09 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Step 6: Prima di iniziare le piastre esterne ho cercato di stuccare qualche segno di estrattore e ho dettagliato i vani portaoggetti sopra i passaruote posteriori. Inoltre in base alle foto ho applicato qualche vite e/o bullone nella parte interna delle piastre.





La parte inferiore della cabina del guidatore ha richiesto una parziale ricostruzione. Il kit fornisce dettagli di cui non ho trovato riscontro mentre altri sono omessi (estintore, leva che aziona le piastre che proteggono il radiatore ecc.).


Totalmente assente nel kit – la leva accanto al „copilota“ che azionava la protezione antischegge del radiatore rifatta in plasticard


Come da istruzioni ho incollato anche il radiatore – ho peró dovuto scollarlo e riposizionarlo nello step 7 perché non si innestava bene con gli altri pezzi del cofano motore. Consiglio perció di incollare il radiatore solo in seguito.

Prova di posizionamento del figurino dell'autista. Sarebbe pensato per una Jeep Bantam, ma con qualche colpo di lima sono riuscito a farcelo stare sul sedile...
Poi con magic sculp devo chiudere le fessure tra i pezzi del figurino e raccordare un pó la giacca e i pantaloni



Per quanto riguarda le ruote ho confrontato le foto del mezzo che volevo rappresentare e ho notato che il kit Tamiya da i cerchioni della versione iniziale di tipo „civile“. I mezzi tardi peró erano giá forniti di cerchioni smontabili e con un anello interno che permetteva di procedere con il mezzo anche se il pneumatico era danneggato. Per fortuna avevo ancora un cerchione di un half-track Tamiya che era proprio quello di cui avevo bisogno. Ho chiuso il buco centrale del cerchione e ho applicato i bulloni. Poi ho fatto uno stampo in silicone e ho clonato con resina bicomponente i pneumatici. I mozzi delle ruote sono quelle del kit Italeri .
Lo step-by-step della forma in silicone la metto con le icone piccole per non occupare troppo spazio:
La ruota Tamiya incollata su un pezzo di plasticard

la forma fatta con i Lego
http://www.imgbox.de/show/img/W2UUp4227H.JPG
La colata con silicone bicomponente

Le copie in resina che servono per il mezzo


Step 6 finito completo di ruote. Non le ho ancora incollate in via definitiva perché mi trovo meglio colorandole a parte


1/1/2012 12:10 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Step 7:Questo passaggio é un pó macchinoso perché ora si applica il binario interno dove potevano scorrere le mitragliatrici del mezzo. Bisogna infilare prima la parte inferiore del binario senza incollarla. Poi si incolla la parte superiore e poi alla parte superiore si incolla la parte inferiore. Con un bel pó di stucco si devono chiudere i diversi buchi del binario.



Dopo si puó procedere con il cofano motore e cruscotto. I motorini dei tergicristalli sono stati rifatti con plasticard. Il parabrezza fornito dal kit va dettagliato all'interno con delle „cornici“. Le parti trasparenti le rifaró in acetato e verranno incollati dopo la colorazione.



Non ho ancora incollato il volante perché se non non riesco piú a piazzare il figurino dell'autista. Come giá accenato ho dovuto riposizionare il radiatore perché se no non combaciava con la parte anteriore del cofano. Il montaggio del rullo passafossi e dei paraurti é proceduta senza grossi problemi – solo i soliti fastidiosi segni d'estrattore da stuccare.



Per stasera é tutto - buon capodanno a tutti [SM=g1865386]
[Edited by Dietmar Alber 1/1/2012 12:17 AM]
1/1/2012 8:58 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,998
Registered in: 12/2/2009
Location: ROMA
Age: 30
Dioramista per sbaglio
tutto molto bello ed esplicativo! complimenti! [SM=g27811] [SM=x2112453] [SM=g1865391]
ciao
lorenzo

--------------------------------------------------

"Egli (Tiepolo) è tanto operoso quanto veloce, sarebbe difficile contare le opere uscite dalle sue mani." P. J. Mariette

http://modellismoperpassione.blogspot.it
1/8/2012 8:47 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 253
Registered in: 10/30/2010
Location: BERGAMO
Age: 47
Re:
Complimenti, mi piaciono moltissimo i dettagli!
Ti seguo con interesse.

Un saluto



Alberto
1/8/2012 9:22 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,587
Registered in: 10/15/2006
Location: TORINO
Age: 56
ottimo lavoro...ora avrai una sorpresa.....

le due portiere laterali sono più piccole, quindi altro lavoro !!!!!!!


[SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811] [SM=g27811]

1/8/2012 11:15 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Portiere piú piccole? [SM=g27825] Grazie per la segnalazione.

Allora mi tocca misurarle con i disegni in scala che mi sono scaricato da Internet. Poi vedo come procedere....
1/10/2012 10:47 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Ciao Wittman,
ho provato a prendere le misure in base ad un profilo su blueprints (allego il link).

www.the-blueprints.com/blueprints/tanks/tanks-u-z/21095/view/white_m3_sc...

Facendo i conti in scala 1.35 le portiere sono troppo larghe di ca. 2 millimetri [SM=x1765912]

Ci ho pensato su e non volendo rodermi il fegato useró a malincuore le portiere cosí come me le da il kit. cercheró peró di dettagliare vari particolari come le maniglie e qualche vite nella parte interna della portiera.
Cosí evito di dovere rimaneggiare troppo le fiancate e di conseguenza dovere rifare rivetti, gancetti ecc......
vedró di sbizzarrirmi con il diorama. Con tutte le magagne, omissioni e imprecisioni che ho corretto fino ad ora su questo kit, un'amico mi ha consigliato di iscrivere il diorama nella categoria "fantasy" [SM=g9327]
1/11/2012 12:46 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,735
Registered in: 9/23/2010
Location: NICHELINO
Age: 52
Complimenti per le migliorie, il cruscotto mi piace molto, sei veramente bravo con il plasticard. [SM=g27811] [SM=g1865391] [SM=g1865391]
http://augustomotolo.blogspot.it/
1/21/2012 9:19 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Nuovo aggiornamento:
Step 7 – integrazione

Ho continuato con lo studio della documentazione e ho apportato ulteriori modifiche. Al parabrezza ho aggiunto i tergicristalli utilizzando il solito plasticard. Nella parte interna del parabrezza ho completato la cornice dove verranno inseriti i vetri che rifaró con acetato trasparente.





In base alle foto ho notato che sulla parte esterna del binario per le mitragliatrici é stato omesso un rinforzo che ho rifatto con plasticard.




[Edited by Dietmar Alber 1/21/2012 9:25 PM]
1/21/2012 9:19 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Step 8

Si completa ora il paraurti anteriore e si attaccano i ganci di traino. Qui bisogna fare attenzione al corretto allineamento delle parti.



Nella parte posteriore si attacca il paraurti, la pedana di calpestio e il gancio di traino. Le staffe di montaggio del paraurti sono state rifatte con striscie di lamierino ricavato da tubetti per la senape. Con cavetti di rame ho riprodotto i cablaggi elettrici per i fari posteriori. La pedana di calpestio con la trama antiscivolo é realizzata in lamierino inciso realizzato con lo stesso procedimento delle piastre antiscivolo nel vano passeggero del mezzo.



Questo step prevede anche il vano batteria sulla pedana esterna del lato passeggero e l'acccetta. In base a diverse foto, in Indocina stranamente gli attrezzi esterni non venivano montati. Ho perció omesso gli atrezzi e applicato soltanto le staffe di montaggio risp. le relative cinghie.

Ho dettagliato fari anteriori con i cablaggi elettrici. Per le lenti pensavo di utilizzare lenti in resina che incolleró solo dopo la verniciatura. Le protezioni dei fari sono molto spesse. Perció ho eliminato la cornice esterna, che é stata sostituita con parti in lamierino. Inizialmente volevo rifare la grata di protezione con una retina di ottone. Non avendo sottomano la misura giusta ho preso la grata del kit che ho assottigliato con una lima.



Dopo una stuccatura ai parafanghi per coprire gli scassi previsti per l'incollaggio delle parti in plastica ho incollato il faro principale e la grata di protezione completa della lampadina d'ingombro.
1/21/2012 9:20 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Step 9

Come da istruzioni ho assemblato i supporti delle mitragliatrici che correvano lungo il binario interno dell'abitacolo. Che dire – le parti del kit sono semplificate al massimo e prive di ogni dettaglio. Foto alla mano ho eliminato diverse parti che ho rifatto e integrato il maniglione, il volantino laterale e levette varie con l'ausilio del preziosissimo plasticard.





Come segnalato dall'amico Wittmann, le portiere sono troppo larghe di ca. 2 mm. Dopo una valutazione del lavoro collegato ad un'accorciamento della portiere e l'allargamento delle fiancate del mezzo, ho preferito utilizzare le portiere come sono, dettagliandole con alcuni bulloni e rinforzi interni. Inoltre ho rifatto le maniglie di apertura. Anche per questi pezzi ho dovuto stuccare prima alcuni fastidiosi segni di estrattori.



Studiando varie foto delle fiancate e delle portiere ho notato che il tubo di scappamento non termina sul retro del mezzo ma sul lato destro. Con un tubicino di plasticard ho realizzato il tubo in maniera corretta. Con plasticard + lamierino ho realizzato la staffa che fissava il tubo al passaruota.



Sempre confrontando con le foto del mezzo che vorrei realizzare ho notato che le taniche di tipo US sono state sostituite con un tipo che assomiglia molto alle taniche tedesche della seconda guerra mondiale. Ho perció montato due taniche della Great Wall Hobby. Le taniche sono molto ben dettagliate e possono venire dettagliate grazie ad una lastra in fotoincisione inclusa nella confenzione. Sarebbe anche possibile realizzare il tappo di chiusura con diverse parti fotoincise – io personalmente ho preferito utilizzare il tappo in plastica. Con del lamierino ho realizzato anche il supporto della tanica e le cinghie che fissavano la tanica.





Le protezioni corazzate laterali attaccate alle portiere presentano evidenti segni di estrattori che vanno stuccati.


1/21/2012 10:59 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Figurini

Premessa: Leggendo diverse pubblicazioni Osprey e scorrendo diversi articoli in rete, si puó dire che i francesi utilizzavano molto materiale inglese e americano (divise, buffetterie) con l'aggiunta di mostrine, gradi, distintivi e copricapi tipicamente francese. Elemento che salta all'occhio é il cappello in stoffa a falda larga con cuciture di rinforzo e un laccio di ristringimento al collo. Veniva portato alla cow-boy con le falde rialzate sui due lati o all'australiana con una sola falda rialzata. In base alla stagione dalle foto si nota una combinazione con calzoni corti e camicia nel periodo caldo. Quando faceva piú freddo si nota l'uso di pantaloni lunghi, camicia e giacca. Molto amate anche le combinazioni in cotone americane in herringbone twill verde olive oppure con lo schema mimetico „frog skin“ - quello molto usato dai Marines durante la seconda guerra mondiale per intenderci. Abbastanza diffuso tra i paracadutisti giubboni Dennis di origine britannica e i relativi pantaloni. Con il progredire del conflitto sono poi stati adottati capi di fabricazione francese che ricordano il mod. 1943 americano e divise apposite per i paracadutisti che verso la fine del conflitto vengono giá confezionate con lo schema mimetico tigrato francese.
Per le calzature si nota una grande varietá di combinazioni. Da stivaletti anfibi con gambaletto tipo americano, a stivaletti francesi o inglesi con ghette di tipo americano o inglese. Si nota anche l'adozione di scarpe in tela con suola in gomma tipo „scarpa da tennis“ piú adatte di calzature in cuoio per attraversare acquitrini, paludi e campi di riso tipiche per il Vietnam (pataguas).
L'armamento era un misto francese – inglese e americano. Sopratutto con lo scoppio della guerra di Corea le forniture di armi americane vengono incrementate permettendo una certa standarizzazione dell'armamento leggero da fanteria.

E ora ai figurini veri e propri: come giá accennato ho perso diverse scatole Dragon / Miniart per realizzare i figurini dell diorama. Sono principalmente figurini con divise americane con lievi modifiche e aggiunte di elementi britannici. Le teste sono state sostituite con teste Hornet, Warrior e di altre provenienti dalla scatola dei pezzi. I cappelli in stoffa sono stati realizzati con lamierino (falda) e con pezzi in plasticard sagomati e rivestiti con magic sculp (calotta).


(metto le immagini piccole per non fare il post troppo pesante)

fante 1 (Dragon)


autista (Miniart)


capomacchina (Miniart)


fante 2 (Dragon)


fante 3 (Dragon)


fante 4 montato sulla scout car (Dragon)


dettaglio del cappello alla cow boy (testa Hornet)


dettaglio del cappello all'australiana (testa Hornet)

[Edited by Dietmar Alber 1/21/2012 11:08 PM]
1/23/2012 12:07 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Prova di diorama

Avendo ora tutti gli elementi per il diorama ho giá cominciato a preparare la basetta del diorama.
Prova di diorama – pensavo di allestire la scenetta cosí: il mezzo in esplorazione ha dovuto fermarsi di colpo per la strada interrotta (leggevo che questo tipo di pattuglie „apripista“ venivano svolte ogni mattina prima di fare passare le colonne militari. Alcuni soldati (che forse accompagnano il mezzo oppure che pattugliano nella zona) si accostano al mezzo. Il sottufficiale piú esperto e vetererano dell'Indochina non perde tempo. Si blocca davanti ai primi fossi e si inginocchia a terra per esaminare meglio il terreno – i viet min potrebbero avere preparato una trappola!

1/23/2012 12:07 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Basetta
Per la basetta ho preso una cornice aquistata presso un brico. Ho tolto il vetro e ho poi richiuso il tutto usando la tavoletta di compensato della cornice come fondo della basetta.





Con listelli di balsa ho realizzato le pareti lateriali della basetta.



Per valutare gli ingombri ho posizionato il mezzo.



Con un tagliabalsa ho poi tagliato su misura i listelli di balsa. Per non sporcare il legno con i prossimi passaggi ho nastrato cornice e listelli di balsa con nastro di carta per carrozzieri. Con scarti di sughero isolante di 2 cm ho realizzato la strada e il restante terreno.




P.S. non so se é il mio collegamento internet, ma le immagini si caricano in un tempo lunghissimo. O é per il provider all'estero? [SM=g27819]
[Edited by Dietmar Alber 1/23/2012 12:15 AM]
1/23/2012 1:50 AM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 8,915
Registered in: 2/15/2009
Location: GOLFO ARANCI
Age: 59
e boh??
io non vedo niente!!

mannaggia, ero curioso... quelle di ieri coi cappelli sono in formato francimbollo, si vede nulla... [SM=g27829] [SM=g27829] [SM=g27829]

ci riprovi? dimenticavo, bel lavoro, complimenti!! [SM=g1865391] [SM=g1865391] [SM=g1865391]
1/23/2012 2:58 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,587
Registered in: 10/15/2006
Location: TORINO
Age: 56
Re:
Dietmar Alber, 10/01/2012 22.47:

Ciao Wittman,
ho provato a prendere le misure in base ad un profilo su blueprints (allego il link).

www.the-blueprints.com/blueprints/tanks/tanks-u-z/21095/view/white_m3_sc...

Facendo i conti in scala 1.35 le portiere sono troppo larghe di ca. 2 millimetri [SM=x1765912]

Ci ho pensato su e non volendo rodermi il fegato useró a malincuore le portiere cosí come me le da il kit. cercheró peró di dettagliare vari particolari come le maniglie e qualche vite nella parte interna della portiera.
Cosí evito di dovere rimaneggiare troppo le fiancate e di conseguenza dovere rifare rivetti, gancetti ecc......
vedró di sbizzarrirmi con il diorama. Con tutte le magagne, omissioni e imprecisioni che ho corretto fino ad ora su questo kit, un'amico mi ha consigliato di iscrivere il diorama nella categoria "fantasy" [SM=g9327]



DAI CHE TANTO SEI UN MAGO !!!! [SM=x2112453]



1/23/2012 7:50 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,735
Registered in: 9/23/2010
Location: NICHELINO
Age: 52
interessante, belle le modifiche ai figurini, foto troppo piccole..., con che hai fatto la sigaretta?
[SM=g1865391] [SM=g1865391] [SM=g1865391]
http://augustomotolo.blogspot.it/
1/25/2012 7:31 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Ciao, per le sigarette ho preso un cavo elettrico che ho aperto. sfilando il cavo riesci ad avere cavetti di rame molto sottili. Poi si raddrizza il cavetto e si taglia nella misura desiderata.

Per le foto piccole - facendo doppio click sull'immagine si apre la foto in formato piú grande (quando funziona il collegamento...)

1/25/2012 7:43 PM
 
Email
 
Quote
OFFLINE
Post: 886
Registered in: 1/13/2010
Location: MELTINA
Age: 49
Step 10 e ultimo

Le mitragliatrici del kit sono molto grezze. Ho montato in sostituzione le MG della Academy che sono tutta un'altra cosa!
La calibro 0,50


La calibro 0,30



Al radiatore si aggiungono le alette di protezione che usava lo stesso principio di una persiana. Il kit fornisce anche questa protezione chiusa.



A questo punto si puó aggiungere la piastra di protezione del parabrezza. Manca il dettaglio interno della piastra ma non si vede una volta incollato.



Ho anche completato la portiera incollando la protezione laterale ribalabile. Foto del mezzo vero mostrano che questa protezione veniva bloccata alla portiera tramite un fermo che ho riprodotto con tondini Evergreen.



Per l'apparato radio che volevo rappresentare, all'asta dell'antenna va aggiunto un cavo che collega l'apparato RCS 510. Con stucco Duro ho riprodotto la copertura di protezione in tela grezza. In base a foto trovate su internet mi tocca riprodurre la cornetta telefonica e il cavo che collega la cornetta alla radio.





All'antenna ho sostituito l'isolatore. Guardando le foto ho visto che al posto delle aste su alcuni mezzi venivano montati antenne fatte con „striscie“ in metallo. Per ricrearla sul modello ho preso il lamierino del tubetto di senape e ho ritagliato una striscia larga 1 mm e lungo ca. 9 cm. Ho poi ripegato il tutto e legato all'estremitá con filo di rame.



Molti mezzi francesi in Indocina montavano un faro suplettivo orientale di provenienza automobilistica. Per fortuna avevo ancora un vecchio Opel Blitz da cannibalizzare. Dopo avere applicato una staffa di montaggio sul lato destro del parabrezza ho attaccato il faro e il cablaggio elettrico. Il vetrino trasparente lo incolleró soltanto alla fine dopo la verniciatura.


New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:50 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com